video

Si svolgerà da giovedì 21 a sabato 23 ottobre la 44esima edizione della Rassegna della Canzone d’Autore a Sanremo organizzata dal Club Tenco.

Sul palco dell’Ariston si esibiranno tra gli altri Samuele Bersani, Madame, Peppe Voltarelli, Fiorella Mannoia, Vittorio De Scalzi, Enrico Ruggeri, Paolo Pietrangeli, Stefano Bollani e anche Mogol e Claudio Bisio.

“La novità di quest’anno – dice Graziella Corrent del direttivo del Club Tenco – è l’abbattimento delle barriere tra canzone impegnata e ‘canzonetta’ per diventare un unico contenitore pieno di ‘belle canzoni’. Lo dice anche il titolo che abbiamo scelto per questa imminente edizione che è Una canzone senza aggettivi”.

“Una rivoluzione? Beh non l’abbiamo mica fatta noi – spiega – ma l’ha fatta la canzone stessa nella sua evoluzione. Al Festival, per esempio, ci sono sempre più cantautori e meno interpreti, e possiamo così dire che il ‘Tenco’ ha compiuto la sua missione”.

“Avremo i grandi ritorni come Enrico Ruggeri e Fiorella Mannoia, la giovanissima Madame che ha vinto due Targhe Tenco, Samuele Bersani, Stefano Bollani, lo ‘storico’ Pietrangeli, il Premio Tenco Marisa Monte, e poi anche dei giovanissimi come Senz_Cri, Setak con Mimmo Locasciulli, e Claudio Bisio ospite sabato sera”.

“Con la Rai abbiamo un rapporto diretto – chiarisce Corrent – siamo fiduciosi che ci possa sostenere ancor più di quanto fatto sinora. Per noi sarebbe importante che la Rassegna entrasse a far parte della Convenzione tra Rai e Comune, con la garanzia delle riprese televisive come era tanti anni fa”.

“Per quel che riguarda le restrizioni su posti e assembramenti, è di ieri la pronuncia del Cts e adesso aspettiamo che entro il 30 settembre ci venga comunicata la capienza definitiva dell’Ariston. Noi speriamo nell’80% che per noi andrebbe bene, importante che questa percentuale non sia soggetta anche a distanziamento perché in quel caso non si potrebbe proprio arrivare all’80%”.

“Sarà indispensabile avere il green-pass per entrare a Teatro – conclude Graziella Corrent – senza quella certificazione, anche temporanea, non si entra e la regola vale anche per gli addetti ai lavori. I biglietti saranno in vendita dal 1 ottobre, cioè appena ci diranno quale sarà la capienza consentita per entrare all’Ariston”.

Articolo precedenteSanremo: otto pini di via Nino Bixio verranno abbattuti
Articolo successivoIntesa tra Comune di Taggia e ACAD: al centro di via Nino Pesce tamponi a prezzi agevolati