La Confcommercio Imprese per l’Italia di Imperia torna a chiedere all’amministrazione comunale il rispetto degli impegni assunti a suo tempo e l’attivazione delle tariffe TARI agevolate anche per l’anno in corso. Gli accordi tra amministrazione comunale e associazioni di categoria vertevano sui protocolli d’intesa relativi al progetto “Mi sento SOStenibile” e al progetto “No Slot” e prevedevano agevolazioni e sconti sulle tariffe rifiuti in considerazione di aumenti spropositati del 2013.

“Sulla questione – sottolinea il presidente Confcommercio della città di Imperia, Marco Gorlero – c’era l’accordo politico con l’amministrazione comunale e in particolare con l’assessore al Bilancio Fabrizio Risso. Mentre sul progetto “No Slot” si è andati avanti regolarmente confermando gli sgravi alle attività impegnate a non utilizzare le “macchinette”, per quanto riguarda il programma “Mi sento SOStenibile” siamo ancora in attesa del relativo provvedimento. Una decisione importante e attesa dai commercianti perché la tassa rifiuti va a gravare pesantemente sui conti delle imprese”.

Confcommercio conferma piena collaborazione con l’amministrazione comunale impegnata a incrementare le verifiche sull’abusivismo nell’ottica di impiegare i proventi derivanti dalla lotta all’evasione per una riduzione della Tari. L’obiettivo è quello di operare in sinergia per il fine ultimo, quello dei “rifiuti zero” e della raccolta porta a porta.

“L’assessore Risso – conclude Marco Gorlero – si è sempre detto disponibile a proseguire con gli impegni assunti a suo tempo e sottolineando, tra le priorità, la ricerca delle risorse necessarie a finanziare interventi a beneficio delle imprese e per il decoro cittadino. All’amministrazione comunale e all’assessore al bilancio chiediamo di proseguire lungo la strada intrapresa, confermare le agevolazioni per il 2017 nello spirito di collaborazione portato avanti fino ad oggi. Nell’ultimo incontro con il Comune era stato deciso di rivedersi entro fine anno, per individuare le strategie da mettere in atto per il recupero dell’evasione totale, elemento di rilievo per il bilancio dell’anno 2018”.