Sta creando indignazione e facendo arrabbiare molte persone il post di denuncia scritto da Sabina Camarda, titolare del centro Terra di Confine di Taggia, nel gruppo Facebook ‘Sei di Taggia se…’.

Stando al messaggio e alle sue dichiarazioni, un gruppetto di piccoli vandali, dai 13 ai 16 anni, si starebbe divertendo in questi giorni a lanciare sassi contro gli animali del suo centro. Nel post si legge:

“Un gruppetto di ragazzi in serata (ogni sera) si aggira nella strada sopra i rispettivi: maneggio, deposito di Rapellini e il mio centro di falconeria lanciando pietre agli animali per spaventarli. Per quanto riguarda gli animali dei miei vicini non ho idea quali danni possano aver causato, ma io mi ritrovo una cavalla con 30 punti e setto nasale rotto perché spaventata dalla pietrata nel box ha urtato contro il telaio di ferro.”

Una triste vicenda che Camrda chiede di fermare immediatamente:  “I ragazzini sono di Taggia, conosciamo tutti i loro volti perché da quanto sono stupidi si fanno riconoscere. Chiedo la cortesia ai genitori, perché da genitore io so se mio figlio fa cazzata, di controllare di più i ragazzini, prima che si proceda a denuncia.”

Articolo precedenteVolt, il movimento paneuropeo lanciato dai giovani arriva a Sanremo per la raccolta firme
Articolo successivoI soggiorni d’infanzia a Bordighera della Regina Madre d’Inghilterra