Dall’inizio dell’amministrazione Conio, l’assessore Espedito Longobardi, insieme agli uffici, è al lavoro per apportare le modifiche al PUC e dotarsi finalmente di questo fondamentale strumento urbanistico.

“Come ben sapete la Giunta uscente approvò il PUC in Consiglio comunale. La Regione lo rimandò però indietro sottolineando una carenza documentale. Questa Giunta, essendo subentrata, ha inteso rivisitare il documento urbanistico apportando diverse e importanti modifiche. Il lavoro va avanti insieme alla Regione Liguria e all’assessore regionale Marco Scajola. La nostra intenzione, se tutto va come previsto, è portare il PUC in Consiglio comunale a fine settembre,” spiega l’assessore Longobardi.

Punto fondamentale del PUC è sicuramente il futuro ospedale unico della Provincia di Imperia, un’opera di cui si parla ormai da anni. Non pochi i dubbi in passato sulla reale realizzazione in un futuro prossimo; ma le recenti news danno importanti garanzie: l’Inail ha infatti inserito il finanziamento dell’ospedale nel piano triennale degli investimenti.

Proprio al riguardo l’amministrazione Conio ha voluto una delle modifiche principali rispetto alla prima versione del PUC: la progettazione del complesso ospedaliero a nord della stazione ferroviaria e non a sud.

Altri sono poi i punti importanti: “Ci tengo a sottolineare che in materia di sicurezza del territorio abbiamo effettuato uno studio di microzonazione sismica di secondo livello. Nella prima fase era stato fatto solo quello di primo livello. Questo va a implementare la sicurezza delle costruzioni future,” conclude Longobardi.

Nel servizio di Riviera Time le interviste all’assessore Longobardi e all’assessore regionale all’Urbanistica, Marco Scajola.