video

Si è svolto oggi il primo Eco-Comitato delle scuole primarie di Taggia per l’ottenimento della Bandiera Verde.

Si rinnova così l’adesione al programma ECO-SCHOOLS, percorso didattico educativo promosso dalla FEE Italia e finalizzato alla diffusione delle buone pratiche ambientali e comportamenti sostenibili per la salvaguardia dell’ambiente e del territorio.

A partecipare con i loro progetti saranno le scuole primarie “G.Mazzini” e “Pastonchi” di Levà e la scuola “Soleri” di Taggia.

Alla presenza delle referenti della FEE, delll’assessore alla Pubblica Istruzione Barbara Dumarte, del consigliere al Demanio Marittimo Manuel Fichera, del Comandante della Guardia Costiera Arma di Taggia Flavio Borriello e delle insegnanti, sono stati illustrati i progetti preparati per il nuovo anno scolastico.

“Questi progetti rappresentano le voci dei ragazzi e sono davvero contenta che anche loro possano farsi sentire e contribuire”, ha dichiarato l’assessore Dumarte.

Per quanto riguarda la scuola Soleri, le insegnanti e i ragazzi hanno voluto elaborare un progetto che andasse a contribuire nel concreto alla valorizzazione a trasformazione ambientale di alcuni angoli del territorio. L’obiettivo sarà infatti quello di far conoscere ai bambini la fauna e la flora che popolano il territorio di Taggia e del torrente Argentina, per impegnarsi attivamente alla tutela delle risorse territoriali. Il progetto dal titolo “Il territorio: magico scrigno”, ha inoltre l’obiettivo di individuare delle piazze e luoghi di Taggia da abbellire.

Il progetto della scuola Primaria Mazzini di Levà segue invece il filo di quello che lo scorso anno ha portato il plesso ad aggiudicarsi la seconda Bandiera Verde consecutiva. Le iniziative verteranno sul problema della plastica, in quanto durante il progetto precedente i ragazzi si sono resi conto di quanta plastica ognuno di noi produca durante il giorno. L’obiettivo finale, oltre a sensibilizzare alla riduzione della plastica, sarà quello di creare una vera e propria campagna pubblicitaria che parta dall’esperienza diretta dei ragazzi e che vada a coinvolgere la città. Uno degli slogan candidati per il progetto è “Facciamo i conti con la plastica”.

Nel video-servizio di Riviera Time le interviste alle insegnanti referenti Micaela Marmo e Pamela Montalbano.