Taggia, nuova scuola nel viale delle Palme. Brugnolo: "Scelta miope, si guarda all'immediatezza e non ai prossimi 50 anni"

Non si placano le critiche dell’opposizione sul progetto della nuova scuola che sorgerà nel viale delle Palme e per la quale il Comune ha ottenuto un ingente finanziamento di 2,4 milioni da parte di Regione Liguria.

Durante l’intervista negli studi di Riviera Time, la consigliere d’opposizione del gruppo ‘Il Passo Giusto’, Barbara Brugnolo, spiega: “Inizialmente il progetto era quello di realizzare la scuola nella cosiddetta ‘buca delle palme’, ora l’amministrazione sembra aver abbandonato questa idea a favore dell’area a fianco della scuola Pastonchi. L’argomento mi interessa parecchio sia come consigliere comunale, sia come mamma, sia come membro del consiglio d’istituto di cui faccio parte da 11 anni.”

La questione è ormai da tempo tra i temi più dibattuti tra maggioranza e minoranza: vero e proprio scontro sul piano politico e istituzionale.

“Questo progetto mi lascia perplessa. La struttura andrà a invadere il viale delle Palme andando, oltretutto a mangiare un terzo del parco giochi, l’unico parco giochi che abbiamo ad Arma di Taggia. Inoltre, questa struttura conterà solo 10 classi andando a risolvere il problema nell’immediatezza, ma quando pensiamo a un’opera pubblica dobbiamo guardare ai prossimi 50 anni,” aggiunge la consigliere.

“La nostra visione è una visione più futuristica. Si continua ad escludere l’area delle ex caserme Revelli ignorando il progetto dell’ex amministrazione. In quella zona baricentrica abbiamo la piscina, il campo sportivo, un supermercato, non ci sono problemi di parcheggio. Quella è un’opzione che guarda al futuro perché lì abbiamo gli spazi e le possibilità di creare altre strutture sportive oltre a una nuova scuola. Mi spiace che l’amministrazione non voglia avere una visione più ampia,” conclude Brugnolo.