A seguito nella lettera scritta da Massimo Corradi, Presidente dell’Anpi della sezione di Taggia e Valle Argentina, con la richiesta di “una revisione del regolamento comunale affinchĂ© non si concedano spazi e suolo pubblico a coloro che non garantiscano di rispettare i valori sanciti dalla Costituzione, professando e/o praticando comportamenti nazisti, fascisti, razzisti, omofobi, transfobici e sessisti”, Luca Napoli, appartenente al gruppo consiliare “Il Passo Giusto”, propone con una mozione, al consiglio comunale a non concedere spazi, patrocini, contributi di qualunque natura ad associazioni , gruppi o singoli i quali non garantiscano di rispettare i valori sanciti dalla Costituzione, professando e/o praticando comportamenti fascisti, razzisti, discriminatori verso ogni orientamento e identitĂ  di genere e a  subordinare l’assegnazione delle sale pubbliche o la concessione di suolo pubblico ad una dichiarazione esplicita di rispetto dei valori e principi fondanti della Costituzione Repubblicana e antifascista.

“Crediamo che anche il Comune di Taggia abbia il dovere di riaffermare l’antifascismo come valore fondamentale della societĂ  civile, soprattutto in un territorio – si legge nella mozione consigliare- come quello della Provincia di Imperia, insignito il 16 novembre 1980 dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini, della medaglia d’oro per la Resistenza”.