A seguito nella lettera scritta da Massimo Corradi, Presidente dell’Anpi della sezione di Taggia e Valle Argentina, con la richiesta di “una revisione del regolamento comunale affinché non si concedano spazi e suolo pubblico a coloro che non garantiscano di rispettare i valori sanciti dalla Costituzione, professando e/o praticando comportamenti nazisti, fascisti, razzisti, omofobi, transfobici e sessisti”, Luca Napoli, appartenente al gruppo consiliare “Il Passo Giusto”, propone con una mozione, al consiglio comunale a non concedere spazi, patrocini, contributi di qualunque natura ad associazioni , gruppi o singoli i quali non garantiscano di rispettare i valori sanciti dalla Costituzione, professando e/o praticando comportamenti fascisti, razzisti, discriminatori verso ogni orientamento e identità di genere e a  subordinare l’assegnazione delle sale pubbliche o la concessione di suolo pubblico ad una dichiarazione esplicita di rispetto dei valori e principi fondanti della Costituzione Repubblicana e antifascista.

“Crediamo che anche il Comune di Taggia abbia il dovere di riaffermare l’antifascismo come valore fondamentale della societĂ  civile, soprattutto in un territorio – si legge nella mozione consigliare- come quello della Provincia di Imperia, insignito il 16 novembre 1980 dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini, della medaglia d’oro per la Resistenza”.

Articolo precedenteVentimiglia, siglato il patto di rilancio turistico con Asti
Articolo successivoLimone Piemonte, paradiso della neve per gli sciatori liguri