[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/243166368″]È stata un autentico successo la cerimonia di inizio attività che si è svolta oggi presso il Centro Natatorio di Arma di Taggia, nella piscina gestita dalla società veronese Sport Management in Via Privato Roggeri.

Tantissime le persone che hanno avuto modo di apprezzare l’opera e hanno partecipato a questa cerimonia ufficiale tanto attesa.

Gianni Averaimo, Capo Area Sport Management piscina Taggia, commenta: “E’ un onore per noi avere qui oggi tutte queste persone e le massime autorità cittadine. Questo è il segno di quanto tutti qui a Taggia tenessero a questa piscina che abbiamo il piacere di gestire. In questi primi giorni abbiamo avuto riscontri molto positivi da parte di tutti e già tanti sono quelli che utilizzano l’impianto e siamo sicuri che da lunedì, con l’apertura dei corsi, l’affluenza sarà ancora maggiore. Ovviamente non possiamo che ringraziare l’amministrazione comunale sia quella in carica sia la precedente che hanno contribuito al completamento di quest’opera tanto attesa e che ci impegniamo a gestire al meglio”.

Grande la soddisfazione del primo cittadino Mario Conio: “Questo è un gioiello della nostra comunità e della nostra città e spero che tutti possano trattarlo come un figlio mantenendo la piscina con cura e con orgoglio perché è un patrimonio che porteremo avanti anche per le prossime generazioni”.

Presente anche il Consigliere d’opposizione, ed ex vicesindaco, Mario Manni che ha lavorato all’opera lasciata in eredità alla nuova amministrazione. Il Consigliere ha ricordato il lungo iter per arrivare alla giornata di oggi: “Sono passati 9 anni. Oggi è una grande festa e una grande soddisfazione, ma se ci guardiamo indietro la burocrazia richiede troppo tempo per opere importantissime che dovrebbero potersi realizzare nel giro di due anni.”

Articolo precedenteRivieracqua, Sindoni: “Mancanza di dialogo con Imperia, provincia si dimostri unita”
Articolo successivoRivieracqua, Capacci: “Non accetto ricatti, se Pd farà cadere l’amministrazione se ne prenderà la responsabilità”