Taggia, il sindaco Conio ordina la chiusura delle aree giochi: "Affollamenti durante il pomeriggio"

Il sindaco di Taggia Mario Conio si appresta oggi a firmare l’ordinanza per chiudere i parchi giochi pubblici su tutto il territorio comunale. “In concerto con l’avvio delle nuove norme imposte dal governo nelle zone arancioni, annuncio questa decisione sofferta. Negli ultimi giorni ho verificato io stesso alcune situazioni e soprattutto nelle aree giochi, nelle ore pomeridiane, si creano affollamenti non compatibili con la situazione di emergenza attuale,” commenta il primo cittadino.

Con lui abbiamo anche commentato le nuove misure entrate in vigore oggi tra cui la chiusura di bar e ristoranti che potranno lavorare solo con l’asporto dalle 5 alle 22, lo stop agli spostamenti tra i comuni se non per necessità e la chiusura dei centri commerciali nel weekend.

Sinceramente condivido la linea soft del governo. Facile sarebbe dire ‘chiudiamo tutto’; l’economia ne avrebbe un tracollo drammatico e irreversibile. Queste chiusure differenziate possono dare un risultato ma se c’è la consapevolezza da parte di tutti di rispettarle a pieno. Ovviamente ci devono essere contestualmente attività di supporto alle attività economiche chiuse o che stanno soffrendo,” commenta Conio.

L’intervista integrale sulle nuove misure e sull’andamento della pandemia a Taggia è visibile a inizio articolo.