Taggia, il culto di Maria Maddalena tra cristianesimo e rituali pagani

Molto sentito in territorio taggiasco, assieme al culto di san Benedetto Revelli, è quello di Maria di Magdala, ovvero Maddalena, importato nell’antichità dalla Provenza.

“Questa devozione è tanto sentita che è nato un vero e proprio gruppo, quello dei Maddalenanti, che ogni anno organizza dei festeggiamenti molto caratteristici“, spiega Raffaella Asdente, guida turistica specializzata nel territorio tabiese, a Riviera Time.

Come molte feste cristiane, tra cui il Natale (che ricalca la festa romana dei saturnali, a sua volta ispirata al ringraziamento per il raccolto celebrato dalle popolazioni eliolatre), anche la festività della Maddalena si appoggia a una tradizione pagana panteista, rappresentante la natura come fenomeno ciclico, in realtà contrapposto alla storia lineare della tradizione cattolica.

L’intervista integrale a Raffaella Asdente e le immagini di Taggia e dei festeggiamenti della Maddalena nel video-servizio di Riviera Time a inizio articolo.