video

Riviera Time ha oggi fatto il punto sul mondo del lavoro, in crisi a seguito dell’emergenza coronavirus, con il segretario provinciale della CGIL, Fulvio Fellegara.

L’intervista è iniziata con le critiche nei confronti della Regione per la mancata chiusura dei supermercati nei giorni di Pasqua e Pasquetta, e in generale alla domenica. Battaglia che dall’inizio dell’emergenza sanitaria viene portata avanti dal sindacato.

Il risultato è stato quello che facilmente avevamo previsto. Trattandosi di un pessimo accordo e di una pessima normativa regionale, che non ha tenuto assolutamente in minimo conto le esigenze dei lavoratori ma solo quelle di incasso delle imprese, era facile prevedere che non solo chi stava lavorando avrebbe continuato a farlo, ma anche che i supermercati che chiudevano la domenica, e quelli che avevano annunciato la chiusura per Pasqua e Pasquetta, sono rimasti aperti,” ha commentato Fellegara.

“Nelle prossime settimane – ha proseguito – continueremo la nostra linea di uno sciopero che non vuole creare disagi, e non lo fa, ma che allo stesso tempo dà la possibilità ai lavoratori di staccare nei festivi e nelle domeniche in una situazione di stress psicofisico importante.”

Fellegara fa anche il punto della situazione sugli ammortizzatori sociali attivati nel Ponente per far fronte a questa crisi.

“A venerdì scorso sono quasi 900 le aziende che hanno richiesto la cassa integrazione per un totale di quasi 8mila lavoratori. E questi sono solo i numeri delle imprese con un numero di dipendenti superiore a 5 che necessitano di un accordo sindacale. A questi numeri vanno ad aggiungersi tutte le richieste delle piccole imprese fatte direttamente alla Regione,” ha spiegato Fellegara.

Nella video intervista il segretario generale della CGIL ha affrontato anche il delicato tema delle prospettive future. Di un’estate che sarà difficilissima, che con ogni probabilità sarà caratterizzati da un basso afflusso di turisti, misure restrittive nei luoghi pubblici e la mancata assunzione di tantissimi lavoratori stagionali.