video
06:49

Proroga del superbonus 110%, questo uno dei provvedimenti dell’ultima legge di bilancio. Per comprenderne modalità, novità e termini abbiamo chiesto aiuto a un professionista del settore: l’architetto Alessandro Mammone.

“È stato un rinnovo atteso tantissimo – esordisce. – In 18 mesi il dispositivo ha avuto una decina di modifiche e ora ci si aspettava una proroga un po’ più lunga che finalmente c’è stata arrivando, in alcuni casi, al 2025”.

L’architetto entra poi nel dettaglio degli immobili: “Per la classica villetta, casa indipendente si arriva a una proroga di un anno ovvero fino al 2022, con il vincolo di terminare almeno il 30% dei lavori entro fine giugno, o meglio di pagarli. Il sentore è poi quello che ci possa essere un’ulteriore proroga. Per i condomini e le case da due a quattro unità il superbonus è stato prorogato fino al 31 dicembre 2023, mentre si arriva al 2025 con aliquote più basse del 70% per i lavori pagati nel 2024 e del 65 per quelli pagati nel 2025”.

Sulle modalità di accesso Mammone aggiunge: “Da agosto del 2021 la procedura è più semplice grazie all’eliminazione della dichiarazione della regolarità dell’immobile. Con la legge di bilancio 2022 sono poi stati introdotti il visto fiscale di conformità e anche la verifica della congruità dei prezzi, un bene per evitare gli abusi che in alcuni casi si sono visti nei mesi passati”.

Articolo precedenteIl bilancio dell’attività della Questura di Imperia nell’anno 2021: 153 gli arresti e 1.159 denunce
Articolo successivoL’arcobaleno che si tuffò nel mare