video

“Ci troviamo dove un tempo nasceva, o finiva, Oneglia”. Da qui, da piazza Edmondo De Amicis a Imperia, inizia il viaggio di Riviera Time alla scoperta della storia antica di Oneglia, in compagnia dello scrittore Francesco Vatteone.

Per chi arrivava da Ponente, questo luogo rappresentava l’inizio di Oneglia e alle sue spalle ospitava una delle otto porte di accesso alla città.

Numerosi gli edifici di interesse storico che gravitano attorno a piazza De Amicis, a partire del palazzo che ha dato i natali all’autore del libro Cuore, oggi sede della Guardia di Finanza. Si affacciano sulla piazza anche la casa del capitano Bernardo Amoretti e l’attuale biblioteca Lagorio, un tempo ‘settore di San Francesco’ per via dell’omonima chiesa e del convento, entrambi abbattuti dopo il terremoto del 1887. Nelle vicinanze, il porto di Oneglia con il suo deposito franco, dove venivano immagazzinate le merci provenienti del mare e destinate a importanti aziende olearie del territorio.

Nell’intervista a Francesco Vatteone, tutte le curiosità relative a questa zona di Oneglia.

Articolo precedenteCovid: 7 decessi e 202 nuovi positivi in Liguria
Articolo successivoCovid, Toti: “Siamo al 90% di somministrazioni vaccini su consegnati, arriveremo a 95%. Chieste modifiche a governo su posticipo orario coprifuoco”