Stagione di funghi in Valle Argentina: "Pochi ma buoni"

 

Una stagione di funghi magra ma di qualitĂ , quella appena trascorsa in Valle Argentina: “E’ stata soltanto una ‘sbruffata’ stagionale, perchĂ© il fungo di questo periodo dura poco”, afferma Cristiano Antonino, proprietario del ristorante “Ca’ Mea“, situato poco prima di Badalucco: “Adesso è un periodo che trovarli è difficile, perchĂ© di solito me ne portano quintali al giorno, invece quest’anno c’era chi ne portava due, tre, cinque chili”.

Ciò non ha scoraggiato il noto ristoratore, il quale ha selezionato anche i migliori funghi esteri per garantire alla sua clientela i piatti tipici della sua cucina.

“Le tradizioni vengono sicuramente mantenute. La ricerca della perfezione è sempre il nostro punto fisso di battaglia“, aggiunge il cameriere Damiano Corvaglia: “Cerchiamo sempre di fare le cose tenendo sicuramente conto della tradizione, ma facendo le cose sempre al meglio”.

Pochi funghi, ma certamente prelibati: “I piĂą gustosi di tutti! Solo questi e la Turchia sono i piĂą buoni. Sembra strano, ma è così” Conclude Cristiano.

 

Articolo precedenteAgricoltura, cresce dell’11% l’export dei prodotti liguri
Articolo successivoLe opere di Pamela Luchitta da New York a Cervo