Una stagione di funghi magra ma di qualità, quella appena trascorsa in Valle Argentina: “E’ stata soltanto una ‘sbruffata’ stagionale, perché il fungo di questo periodo dura poco”, afferma Cristiano Antonino, proprietario del ristorante “Ca’ Mea“, situato poco prima di Badalucco: “Adesso è un periodo che trovarli è difficile, perché di solito me ne portano quintali al giorno, invece quest’anno c’era chi ne portava due, tre, cinque chili”.

Ciò non ha scoraggiato il noto ristoratore, il quale ha selezionato anche i migliori funghi esteri per garantire alla sua clientela i piatti tipici della sua cucina.

“Le tradizioni vengono sicuramente mantenute. La ricerca della perfezione è sempre il nostro punto fisso di battaglia“, aggiunge il cameriere Damiano Corvaglia: “Cerchiamo sempre di fare le cose tenendo sicuramente conto della tradizione, ma facendo le cose sempre al meglio”.

Pochi funghi, ma certamente prelibati: “I più gustosi di tutti! Solo questi e la Turchia sono i più buoni. Sembra strano, ma è così” Conclude Cristiano.