Due agenti della polizia sono stati denunciati alla Procura di Imperia con l’accusa di peculato in concorso, truffa e riciclaggio.

L’indagine è ancora in corso e riguarda i presunti illeciti dai due agenti, uno in forze presso la Questura e l’altro alla Polizia di Frontiera di Ventimiglia, in relazione alla trattazione irregolare delle attività amministrative connesse alla rottamazione della armi consegnate dai cittadini all’Ufficio Porto d’Armi, dove uno dei due agenti prestava servizio.

L’indagine è iniziata nel 2015, a seguito delle periodiche attività di indagini interne. La gravità delle azione dei due agenti hanno fatto scattare la denuncia alla magistratura che poi ha delegato la squadra mobile per il proseguo delle indagini.

I due agenti sono stati rimossi dai rispettivi incarichi ed assegnati ad altre mansioni in attesa del procedimento penale a cui seguirà un procedimento disciplinare.