Sopralluogo del presidente Toti nel Ponente: "Abbiamo firmato lo stato di emergenza"...

Sopralluogo del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nei luoghi colpiti dalla drammatica perturbazione che si è abbattuta nelle scorse ore sul Ponente ligure.

Prima visita a Badalucco per monitorare la situazione e la frana a nord del borgo che ha tagliato in due la Valle Argentina. Il presidente accompagnato dagli amministratoti regionali Giacomo Giampedrone, Marco Scajola e Alessandro Piana si è poi spostato nella città di confine dove al momento sono al lavoro oltre 300 volontari.

“Sono i nostri angeli del fango ventimigliusi,” ha dichiarato il sindaco Gaetano Scullino.

“È commovente. Si sono riversati nelle strade con le vanghe, senza che nessuno gli dicesse nulla. Hanno fatto un lavoro encomiabile e a loro saremo sempre grati. Hanno fatto la loro parte, ora tocca a noi. Dobbiamo farlo per loro, per i cittadini, per tutte quelle persone che nell’alluvione hanno perso tanto,” ha aggiunto.

Per far questo ci sarà bisogno della Regione e del governo. “Nella mattinata di oggi abbiamo richiesto lo stato di emergenza. Siamo sicuri che il presidente Toti non ci abbandonerà non l’ha mai fatto e non lo farà ora,” ha concluso Scullino.

Il governatore ha dichiarato durante l’incontro con l’amministrazione ventimigliese: “Ho trovato un Ponente ligure colpito duramente. Stiamo già lavorando sulle strade interrotte dell’entroterra così come qua a Ventimiglia si sta lavorando per sgombrare la città dal fango e fare il computo dei danni. Ho firmato lo stato di emergenza per calamità naturale insieme al governatore del Piemonte Cirio. Ci rimbocchiamo le maniche come abbiamo sempre fatto fino adesso. I danni ci sono e sono evidenti, non credo ci saranno intoppi, ma monitoreremo ovviamente la questione a Roma. Abbiamo superato tanto e supereremo anche questa.”

Una prima stima preliminare dei danni su Ventimiglia si aggira intorno a 55 milioni di euro. A questa somma si devono aggiungere i danni alle attività commerciali e ai privati. Con lo stato di calamità anche questi potranno inoltrare richieste danni.

Le interviste integrali e le immagini degli interventi a Ventimiglia sono visibili nel video servizio a inizio articolo.