[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/225090761″]Dal 20 al 23 sbarca a Sanremo “Soleá”, il festival della cultura mediterranea.

La location per questa prima edizione è il suggestivo forte di Santa Tecla, vero monumento che si affaccia sul Mar Mediterraneo.

Il “Mare Nostrum”, approdo e incontro tra culture diverse, è al centro di questa rassegna letteraria che include reading, incontri, spettacoli teatrali e letture con grandi autori e personaggi d’eccellenza.

Ad aprire la manifestazione sarà Giuseppe Conte autore ponentino, tra i grandi nel panorama della poesia italiana. A seguire sarà Maram al-Masri, poetessa siriana.

Ne parla Angelo Giacobbe a Riviera Time.

 

GIOVEDÌ 20 LUGLIO 2017

Forte di Santa Tecla, Sanremo

ore 19.00

APPRODI D’AUTORE: incontro con GIUSEPPE CONTE

Ingresso gratuito

ore 21.15

“ANIME SCALZE”

spettacolo dalle poesie di Maram al-Masri

con Sara Bertelà, e con Elisabetta Mazzullo, Mirna Kassis, Salah Namek

A seguire: incontro con MARAM AL-MASRI

Ingresso euro 5

 

VENERDÌ 21 LUGLIO 2017

Forte di Santa Tecla, Sanremo

ore 19.00

“MEDITERRANEO-MUSICA E PAROLE DALLA MARSIGLIA DI IZZO”

spettacolo di e con Stefania Nardini

e con Mona,  Patrick Cascino, John Massa

Ingresso euro 5

ore 21.15

“LO STESSO MARE”

con ALESSIO BONI

e con Celeste Gugliandolo, Alessandra Osella, Simone Campa

Ingresso euro 15

 

SABATO 22 LUGLIO 2017

Forte di Santa Tecla, Sanremo

ore 19.00

DESTINAZIONE MEDITERRANEO: TALK SHOW JEAN-CLAUDE IZZO

Interventi di Stefania Nardini, Andrea G. Pinketts, Andrea Carlo Cappi, Pasquale Ruju, Giancarlo Narciso

Ingresso gratuito

ore 21.15

FOCUS CALVINO: incontro reading con LELLA COSTA

Ingresso euro 15

 

DOMENICA 23 LUGLIO 2017

Forte di Santa Tecla, Sanremo

ore 18.00

APPRODI D’AUTORE: incontro con MASSIMILIANO VIRGILIO

Dialogo su “L’americano“ (Rizzoli)

Ingresso gratuito

 

EVENTI OFF:

Ex Chiesa di Santa Brigida, centro storico della Pigna

SABATO 22 E DOMENICA 23 LUGLIO 2017

ore 10.30 – 14.30

BATTITI DI MARE

Laboratorio di tamburi a cornice e percussioni tradizionali di Mediterraneo

a cura di Simone Campa, La Paranza del Geco

La partecipazione è gratuita

Articolo precedenteBistrot dell’Ulivo, il sindaco di Tirana: “Italia e Albania esempio per l’Europa”
Articolo successivoApprovato “New Rabina”, il progetto per gli amanti del windsurf