video

Sit-in di protesta questa mattina davanti al palazzo della Prefettura di Imperia. Circa 80 lavoratrici Coop service, che si occupano di pulizie all’interno delle scuole, rischiano infatti il proprio posto di lavoro.

La manifestazione ricalca quella nazionale di Roma partita alle 9.30 di stamani da piazza Montecitorio.

A spiegare nel dettaglio da cosa deriva il rischio di ‘rimanere a casa’ è stato il segretario provinciale Uil Trasporti Vincenzo Giacovelli: “Tante lavoratrici rischieranno di perdere il posto di lavoro, a partire dal primo marzo, in quanto è stata fatta una legge che prevede che potranno passare dalle cooperative allo Stato solo coloro che abbiano accumulato dieci anni di lavoro con contratto a tempo indeterminato. Il problema sussiste perché qui ci sono tanti lavoratori che operano da anni, ma non hanno avuto dall’inizio il contratto a tempo indeterminato. In provincia solo sette persone su tutto il comparto godono di queste condizioni, mentre circa settanta sono a rischio”.

Le lavoratrici si sono fatte sentire con fischietti e cori prima di consegnare al vice-prefetto Maurizio Gatto un documento riassuntivo della manifestazione.

Le interviste a Giacovelli e alle lavoratrici nel video-servizio di Riviera Time.