[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videoadsurl=”https://vimeo.com/224092271″ adsurl=”https://www.sialpieve.com/” videourl=”https://vimeo.com/215501493″]Come da tradizione, anche la provincia di Imperia ha festeggiato il Primo Maggio, Festa dei Lavoratori, scendendo in piazza.

Lavoro, sviluppo e occupazione le tematiche affrontate sul palco di piazza Eroi a Sanremo, dai dirigenti locali di Cgil, Cisl e Uil.

“Oggi più che mai è ancora importante ricordare e festeggiare il Primo Maggio,” spiega Claudio Bosio, Segretario Generale Cisl Imperia – Savona.

“La disoccupazione giovanile ha raggiunto il 53% in provincia di Imperia. Disoccupazione e precarietà sono le grandi sfide da affrontare,” conferma Fulvio Fellegara, Segretario Generale Cgil Imperia.

Milena Speranza, Segretario Generale territoriale Uil, ha poi aggiunto: “I sindacati e i lavoratori hanno fatto molta strada. Come ad esempio la lotta per le otto ore lavorative, dalla quale è poi nata la festa del Primo Maggio. Oggi, però, certe di queste cose si stanno perdendo. Abbiamo attività lavorative da 11 ore, mentre da altre parti si taglia.”

Articolo precedentePrimarie Pd, Ioculano: “Soddisfatto per la vittoria. Ora si va avanti più uniti di prima”
Articolo successivoPatrizia Campanile: “La mia vita tra cinema e teatro”