gianni berrino

“Penso che l’unico deterrente efficace sia il Daspo: una misura rigida da applicare a chi delinque commettendo violenze o aggressioni a danno di passeggeri e personale di bus e treni“. La proposta è dell’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino alla luce degli ultimi episodi di cronaca verificatisi in Liguria a bordo degli autobus a seguito dei quali a farne le spese sono stati sempre i passeggeri oppure gli autisti e i controllori.

“Dal momento che è impossibile avere personale di sicurezza a bordo di tutti i treni o gli autobus in circolazione ritengo che questa sia l’unica misura di prevenzione possibile: divieto di salita a bordo dei mezzi pubblici per coloro che hanno ricevuto il Daspo. In caso di violazione pene severe”, conclude Berrino.

Articolo precedenteBadalucco: divieto di balneazione nel torrente Argentina, Orengo: “A breve la risoluzione del problema”
Articolo successivoAndrea Tafaria (Filca Cisl ): “Da giugno ad agosto 3.600 assunzioni in Liguria nelle costruzioni secondo Unioncamere-Excelsior. Lavoriamo per formare figure strategiche”