La Questura di Imperia, a seguito di protocollo operativo emerso in sede di comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal prefetto di Imperia Valerio Massimo Romeo, ha coordinato il dispositivo di sicurezza dedicato alla 73esima edizione del Festival di Sanremo.

Sono stati oltre 100mila i controlli ai varchi della zona rossa intorno al Teatro Ariston. Impiegati circa 300 unitĂ  con reparti di Polizia Scientifica, Artificieri, Cinofili, Reparti prevenzione crimine ed unitĂ  operative di primo intervento antiterrorismo.

La mirata attività di prevenzione, iniziata a gennaio attraverso il monitoraggio della rete e delle presenze nella provincia ha consentito di raccogliere e sviluppare tantissime informazioni d’interesse investigativo.

L’incisiva attività di controllo del territorio, è stata ulteriormente innalzata nelle ultime due serate attraverso il controllo capillare degli ingressi alla frontiera terrestre e sui treni.

La Polizia Postale con il Centro Operativo Sicurezza Cibernetica, ha rilevato diverse vulnerabilitĂ  su alcuni sistemi informatici che avrebbero potuto creare delle criticitĂ  alla manifestazione, subito sanate e messe in sicurezza.

Tutta l’attività è stata coordinata presso la sala di gestione istituita presso il Commissariato di P.S. di Sanremo, ove erano rappresentate tutte le componenti delle Forze di Polizia coinvolte nel dispositivo di sicurezza quali i Carabinieri, la Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e la Polizia Locale.

Il Festival non ha significato, però, per la Polizia di Stato solo attività di sicurezza, avendo altresì rappresentato l’occasione per incontrare i più giovani attraverso tante iniziative educative che hanno coinvolto centinaia di studenti e insegnanti provenienti da tutta la provincia. Infatti, era presente il truck della Polizia Postale in piazza Colombo ed il pullman azzurro della Polizia Stradale per l’educazione stradale.

Inoltre, grande interesse ha sortito la presentazione al Teatro Ariston del docufilm “Senza Rete” contro il cyberbullismo alla quale hanno partecipato oltre 350 studenti.