Sciandra a Riviera Time: "Alzare lo sguardo ed essere orgogliosi di Ventimiglia, consapevoli delle bellezze che offre"

L’ospite di oggi dell’intervista di Riviera Time è Silvia Sciandra, vicesindaco del Comune di Ventimiglia.

Sciandra ha tracciato un bilancio dei cinque anni trascorsi con l’Amministrazione Ioculano: “Li ho vissuti di corsa perché ci sono state tante cose da fare e da studiare e ciò ha comportato un impegno continuo e costante. Sono stati cinque anni molto interessanti, di crescita e arricchenti dal punto di vista umano. Sono riuscita a smuovere alcune cose che hanno portato avanti il cambiamento”.

La vicesindaco si candiderà alle prossime amministrative del 26 maggio in appoggio al sindaco Enrico Ioculano, una scelta arrivata da un lato per proseguire i progetti in atto e dall’altro per sostenere il sindaco: “Nel corso degli anni Enrico è cresciuto bene, sia dal punto di vista umano che politico, acquistando sicurezza, capacità, affrontando anche situazioni molto critiche”.

Tanti i progetti in corso che potranno cambiare in maniera significativa il futuro di Ventimiglia e quindi la vita dei cittadini: “La città era bloccata da troppo tempo. C’era la necessità di sbloccarla e questo è stato fatto con le opere messe in cantiere che, se andranno avanti, comporteranno ricadute positive sulla città, sia in termini di urbanizzazione che economici. Questo ci permetterà di far fronte a tutte le necessità della città e dell’entroterra. I grandi progetti devono andare avanti e dobbiamo studiare come reinvestirli sul resto del territorio”.

Fondamentale sarà per il futuro, cercare di fare sempre più rete con le frazioni e i Comuni limitrofi: “La vera massa critica è rappresentata dal comprensorio. Facendo rete si ottengono risultati e lo abbiamo visto in Riviera con il Consorzio per la promozione dei prodotti del territorio e lo vedremo anche con l’appalto dei rifiuti. Non dobbiamo chiuderci”.

A chiusura dell’intervista Sciandra ha esposto la sua visione futura per la città, mandando un importante messaggio per tutti i ventimigliesi: “Io spero di vedere Ventimiglia consapevole della sua bellezza, cosa che troppo spesso non avviene. A torto è considerata brutta e che non offra nulla, cosa che è stata ripetuta talmente tante volte che alla fine ho l’impressione che anche i nostri cittadini ci credano. Bisogna alzare lo sguardo ed essere orgogliosi di Ventimiglia, avendo conoscenza di ciò che offre il territorio. Si devono conoscere le frazioni e ogni angolo della città. Dobbiamo essere in grado noi stessi di sponsorizzare il territorio e indicare le nostre bellezze. Dobbiamo essere una città che accogliere ma essendo consapevoli di quello che possiamo offrire”.