Dalla frazione di Lecchiore, nel Comune di Dolcedo, si può raggiungere il Santuario dedicato alla Vergine Maria, detto dell’Acquasanta. Gli elementi architettonici di questa struttura si integrano quasi in maniera armonica con l’ambiente circostante. Secondo la tradizione l’edificio è stato costruito nel XVIII secolo nel punto in cui è apparsa la Madonna ai fedeli. Altre curiose leggende si sono diffuse attorno al Santuario.

Sembra, per esempio, che, durante il Carnevale, un imperiese si aggirasse per le strade con una maschera sul volto e che avesse offeso con una risata il Santo Sacramento. Per punizione, sempre secondo la leggenda, la maschera che portava gli era rimasta attaccata al viso; e il perdono gli viene accordato dopo nove giri di corsa attorno al santuario.

Un’altra leggenda fa riferimento alla seconda guerra mondiale, quando una donna, recatasi al Santuario per pregare la Vergine perché la aiutasse a nutrire le figlie, al ritorno a casa scopre di aver ottenuto il dono del latte, per sostentare le bambine.