rsa d'albertis santo stefano al mare

Il coordinatore provinciale del Centro Democratico, Sergio D’Aloisio si è rivolto al sindaco del Comune di Santo Stefano al Mare, Marcello Pallini, per una proposta riguardante la possibile ospitalitĂ  dei profughi ucraini nella casa di riposo del paese.

“È passato circa un mese dall’inizio della cruenta invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito russo e i conseguenti risvolti umanitari stanno assumendo proporzioni inimmaginabili. Gli esuli fuggiti dalle atrocitĂ  della guerra sono milioni e questo pone a tutti noi occidentali il dovere dell’accoglienza. Ogni cittadino può concorrere per quanto possibile, ma sono le Istituzioni Pubbliche che devono svolgere un ruolo determinante. In Italia c’è stata in questi giorni una grande mobilitazione a tutti i livelli e penso che anche il Suo Comune abbia la possibilitĂ  di inserirsi in questa Rete Nazionale di supporto ai rifugiati”, dichiara.

“Le proponiamo, pertanto, di utilizzare il “Centro Sociale per Anziani”, attualmente vuoto, come alloggiamento temporaneo di profughi provenienti dall’Ucraina. La struttura si presta allo scopo e sarebbe capiente per ospitare una cinquantina di persone, specialmente donne e bambini soli. Ci rendiamo conto che l’iniziativa possa incontrare difficoltĂ  logistiche e organizzative, ma superabili attivando il coordinamento con la Prefettura di Imperia e la Protezione Civile della Regione Liguria. Pensiamo che questo gesto umanitario fornirebbe un contributo importante offerto da parte dei “Ponente Ligure”, da sempre in prima fila in tema di volontariato e solidarietĂ ”, conclude D’Aloisio.