INT_marcello pallini 25072020

È stato oggi ospite nei nostri studi Marcello Pallini, ex sindaco di Santo Stefano al Mare per due mandati, dal 2005 al 2010, pronto a scendere nuovamente in campo in vista della prossima tornata elettorale il 20 e 21 settembre.

“Da una parte la passione per la cosa pubblica, dall’altra gli elementi adatti per pensare di poter essere utile al paese.”

Così commenta la scelta di tornare in campo dopo cinque anni lontano dall’amministrazione pubblica.

L’emergenza sanitaria Covid-19 ha portato allo slittamento delle elezioni da maggio a settembre. Un fatto che sicuramente ha cambiato in parte le strategie per la campagna elettorale e la formazione della lista. Ma l’emergenza coronavirus e i suoi strascichi, anche a livello sociale ed economico, sono una problematica che dovrà essere affrontata da chiunque venga eletto alla carica di sindaco.

“Ogni sfida ha la preoccupazione, ma dall’altra parte anche la motivazione. La vera sfida iniziale ha soprattutto due direttive. La prima è rimettere in ordine sia la squadra amministrativa sia l’organizzazione degli uffici comunali che, per vari motivi non imputabili a nessuno, sono in alcuni casi depauperati e da ricostruire. La seconda riflessione è che qualsiasi amministrazione vinca le elezioni avrà bisogno del paese. Se Santo Stefano vuole uscire dalla crisi e costruire il suo futuro l’amministrazione dovrà lavorare con i cittadini e le attività,” commenta Pallini.

Nell’intervista integrale visibile a inizio articolo il candidato sindaco tocca alcuni temi fondamentali, dal suo punto di vista, per rilanciare Santo Stefano al Mare.