video

Da ieri il green pass è ufficialmente entrato a far parte delle nostre vite. Un’arma contro il virus, un incentivo per vaccinarsi, ma anche un possibile freno per il turismo.

Come potrà influire questa entrata in scena della carta verde a stagione turistica in corso? Di questo e in generale di presenze ed estate 2021 abbiamo parlato con il sindaco di Santo Stefano al Mare Marcello Pallini.

“Il green pass crea tutta una serie di situazioni che ci portano qualche scompenso però, devo dire la verità, credo sia un provvedimento che segue una linea logica – dice il primo cittadino. Abbiamo un’arma, che sono i vaccini, e va usata. Non è una situazione dunque che non ci porta difficoltà, ma la dobbiamo accettare per salvaguardare salute ed economia a lungo termine”.

Sulla stagione turistica in generale Pallini aggiunge: “Sta andando bene. È chiaro che il tempo non aiuta e anche la strada perché per arrivare qui bisogna essere un po’ temerari. Il sabato e la domenica c’è veramente il pienone. La gente ha voglia di venire al mare e di divertirsi dopo due anni difficili”.

Conclusione dedicata alle spiagge libere attrezzate che, da quest’anno, sono state affidate ad Amaie: “Sono sempre più convinto della scelta fatta perché bisogna dare un’ampia gamma di possibilità. Devo dire che in alcuni punti delle spiagge libere attrezzate sta funzionando sempre meglio, un po’ meno da altre parti. Forse alcune cose vanno migliorate sulla pulizia e stiamo insistendo su questo. Bisogna correre a sistemare le cose che non vanno, mantenendo le tantissime che vanno”.

Articolo precedenteVentimiglia, il sindaco Scullino concorde sull’incontro tra forze di centrodestra: “Credo ci siano le condizioni per proseguire. Non sono disposto a subire ordini da persone non elette”
Articolo successivoRiva Ligure, questa sera la “Festa del Mare”. Il sindaco Giuffra: “Momento unico di promozione e conservazione delle tradizioni nautiche”