“Abbiamo raccolto 1.300 euro e abbiamo acquistato il defibrillatore, ma nessuno del Comune è passato ancora a ritirarlo”. È la denuncia di Goffredo De Angelis, esercente di Santo Stefano al Mare, che lo scorso 26 febbraio ha organizzato una cena di beneficienza per donare un defibrillatore al Comune.

Cena anadata a buon fine, visto che grazie ai contributi dei cittadini si è riusciti a raggiungere la quota necessaria ad acquistare lo strumento. Tuttavia, passata una settimana, nessuno dell’amministrazione è passato a ritirare il defibrillatore, che giace all’interno del bar.

“Avevamo invitato il sindaco alla cena, ma non è venuto a causa di un impegno”, ricorda Goffredo De Angelis. “Avrebbe almeno potuto delegare qualcuno. Invece quella sera non c’era nessuno dell’amministrazione”.