video
06:04

Alle soglie della stagione estiva a Santo Stefano al Mare tutto è pronto per accogliere i bagnanti, forti già di un ponte di inizio giugno che ha visto il pienone sulle nostre coste.

Col sindaco Marcello Pallini abbiamo parlato delle diverse tipologie di spiagge offerte dal borgo per venire incontro alle esigenze dei turisti: “Oltre alle spiagge private abbiamo quelle libere, alcune affidate ad Amaie Energia come previsto dal piano urbanistico demaniale, in particolare quella di Santa Caterina e quella sotto la stazione, e altre porzioni completamente libere a est e al centro del paese”.

Santo Stefano ha una vasta gamma di possibilità: private, libere attrezzate e totalmente libere, diversificate anche nella tipologia ambientale; dalla sabbia alle pietroline fino alle scogliere. Tutte le spiagge libere sono dotate di docce, in più la gestione Amaie premette di avere un servizio di guardianaggio con bagnini, forma di sicurezza certamente gradita. Sono stati inoltre migliorati anche tutti gli accessi per disabili alle spiagge”. Altri servizi gestiti da Amaie riguardano la pulizia e la manutenzione del litorale, la pulizia dello specchio acqueo antistante e quella delle strutture installate, il noleggio di attrezzature quali ombrelloni e sdraio.

Lo scorso anno non sono mancate, però, le critiche relative a questa nuova gestione del litorale ma il primo cittadino precisa: “Ogni momento di critica porta un cambiamento, non si può fermare un processo di diversificazione. Riguardo alle lamentele sulla pulizia delle spiagge cercheremo di portare miglioramenti, ma si è sempre trattato di accumuli di Posidonia e legnetti, elementi naturali che non si possono evitare a priori, li limiteremo ma non precludono assolutamente la bellezza e la fruizione del luogo. Tutte le spiagge sono già pronte e consegnate, ultima nota la spiaggia per cani che è stata potenziata con un importante ripascimento, ma nel futuro il progetto è di implementarla cercando di individuare anche altre zone per questa finalità”.