Sanremo, una settimana all'inizio della scuola: il punto sui lavori al Sud Est con l’assessore Donzella

Manca esattamente una settimana all’inizio dell’anno scolastico 2019/2020 e continuano senza sosta i lavori sulla passeggiata del Sud Est per costruire i moduli che ospiteranno gli alunni della scuola Pascoli.

A seguito della dichiarazione di inagibilità dell’edificio di corso Cavallotti, il Comune si è visto costretto a scegliere delle soluzioni temporanee per garantire l’inizio della scuola. Gli alunni delle medie frequenteranno le lezioni nei prefabbricati in costruzione al Sud Est e gli studenti delle superiori saranno dapprima ospitati in altri plessi della provincia e poi andranno al Mercato dei Fiori in Valle Armea.

A sette giorni dall’inizio delle lezioni abbiamo incontrato l’assessore ai lavori pubblici, Massimo Donzella, per fare il punto della situazione. Sulla passeggiata i lavori stanno procedendo intensamente: “Gli allacciamenti e le utenze sono stati realizzati e la società sta procedendo. Noi più volte abbiamo richiesto che siano rispettati i tempi e come Amministrazione intendiamo che il 16 settembre gli alunni siano collocati nei nuovi ambienti”, commenta ai nostri microfoni.

I moduli saranno dotati dei confort necessari come area condizionata e riscaldamento: “Le aule sono molto grandi, alcune sono anche collegate e complementari per poter svolgere i laboratori. Per quanto riguarda la viabilità, è adiacente alla scuola Pascoli quindi non ci sono problemi da questo punto di vista”.

Per quanto concerne gli alunni delle superiori, come già detto, saranno prima ospitati in altre scuole: “Abbiamo trovato tanta collaborazione da parte degli Istituti, ci sono i traslochi in corso e anche in questo caso ci sarà il pieno rispetto della data di inizio. Gli alunni saranno poi spostati al Mercato dei Fiori, con un primo lotto consegnato all’inizio del 2020, garantendo tutte le norme di sicurezza”.

In questo senso l’Amministrazione sta anche lavorando per una soluzione a lungo termine con l’obiettivo di costruire un vero e proprio campus scolastico in Valle Armea: “Ci saranno una serie di impianti sportivi, parcheggi, zone bar e ristoro. Ci troviamo di fronte ad un’ipotesi concreta di campus che permetterà agli studenti una formazione a tutto campo e completa come deve essere e come noi vogliamo che sia”.