Al Palafiori di Sanremo si appresta a tornare, dal 16 al 25 agosto, il Moac, Mostra Mercato dell’Artigianato, giunto ormai alla sua cinquantunesima edizione.

“Attraverso le produzioni artistiche tradizionali ed enogastronomiche, il Moac valorizza il lavoro di tanti professionisti che danno il loro contributo all’identità dei vari territori del nostro Paese“, dichiara il sindaco Alberto Biancheri.

“Un Moac in centro città è più funzionale alle visite”, commenta l’assessore alle attività produttive, Mauro Menozzi, poi aggiunge: “come tutti gli anni, abbiamo collaborato con diverse realtà locali per raggiungere i nostri traguardi.”

Tra le suddette figurano Confartigianato, la CNA, la sezione locale dell’Unicef, il GEF, il Festival Mondiale di Creatività nelle scuole, e molte altre associazioni.

“Il Moac offre la possibilità di promuovere il nostro territorio, per questo l’offerta artigiana diventa tutt’uno con la cultura“, conclude Alessandro Sindoni, assessore al turismo.

Diverse le novità che avranno luogo in questa edizione: la prima consisterà in una mostra riguardante le attività artigiane itineranti di inizio secolo e i relativi attrezzi da lavoro; una seconda mostra, invece, conterrà una cinquantina di dipinti realizzati da bambini di tutto il mondo nell’ambito del GEF. Inoltre, nella zona esterna, sulla terrazza, si terranno dimostrazioni di make up, oculistica, massaggi, body painting, e showcooking dedicati alla dieta mediterranea. Tra gli altri eventi, si terrà il Festival del Pesto e del Turtun, mostre dall’Archivio Moreschi riguardanti il Festival della Canzone, l’elezione di Miss Confartigianato e la sfilata di moda con le ragazze di Miss Inverno.