260820 Soleà

È in programma da venerdì 4 a domenica 6 settembre 2020 la quarta edizione di Solea”, tre giorni di festival dedicati alla cultura mediterranea e ospitati quest’anno nel verdissimo contesto del parco di Villa Ormond, con l’organizzazione della Cooperativa CMC/Nidodiragno Produzioni e il sostegno del Comune di Sanremo, nell’ambito di Sanremo Live&Love, il nuovo logo-brand promozionale della Città di Sanremo.

Il programma di questa edizione, con la direzione artistica di Angelo Giacobbe, vuole unire, alla consueta esplorazione delle voci letterarie del Mediterraneo, un approfondimento sul genere noir, come si evince dal sottotitolo “Azzurro crime”.

In questa ottica, ecco l’ideale ponte con l’edizione dello scorso anno dedicata ad Andrea Camilleri, per rendere omaggio nella esperienza 2020 ad un autore straordinario come Manuel Vázquez Montalbán. Scrittore, saggista, giornalista, poeta e gastronomo, VázquezMontalbán è noto al grande pubblico per la vastissima produzione di racconti e romanzi che vedono protagonista il celebre detective Pepe Carvalho, personaggio complesso e umanissimo, vero antieroe in cui i tradizionali tratti giallistici dell’investigatore privato convivono con un irrequieto temperamento latino. Fu proprio per omaggiare i sentimenti di stima e amicizia verso lo scrittore di Barcellona che Andrea Camilleri battezzò Montalbano il suo celeberrimo personaggio.

“Abbiamo voluto dare continuità con la rassegna dell’anno scorso – dice Angelo Giacobbe – e coinvolgere anche alcuni giornalisti-scrittori della nostra zona come Antonella Viale, Marco Vallarino, Alessandra Chiappori e Romano Lupi”.

“Sanremo è una città che è stata attraversata da una serie di crimini – ricorda Romano Lupi – al punto che con Riccardo Mandelli abbiamo scritto un libro che in prima edizione si intitolava ‘Sanremo tenebre’ e in seconda è diventato ‘Sanremo segreta’, un libro che è stato trasformato in opera teatrale che verrà presentata in anteprima in questa edizione di Soleà”.

Le interviste complete nel video-servizio a inizio articolo.

PROGRAMMA

Il festival inizia venerdì 4 settembre con un doppio appuntamento.

Alle 17.00, con replica alle 19.00, il gradito ritorno degli attori genovesi Davide Lorino ed Elisabetta Mazzullo. Dopo il successo dello spettacolo itinerante della scorsa edizione dedicato a Calvino, quest’anno il pubblico sarà invitato a prendere parte a “Sanremo tenebra – Ombre tra i caruggi”, una passeggiata narrativa ispirata al libro “Sanremo segreta” di Romano Lupi e Riccardo Mandelli.

Alle 21.30, si alza l’ideale sipario serale nella splendida terrazza di Villa Ormond, per il consueto focus dedicato a Italo Calvino, “nume tutelare” del festival. “Se una notte d’estate” è il titolo programmatico che abbiamo voluto dare alla serata: la selezione di brani che un’attrice amatissima come Mariangela D’Abbraccio andrà a leggere permette di ritrovare microstorie che richiamano atmosfere di provincia, sospese e dal carattere vagamente noiristico. Le introduce una giovane studiosa imperiese, Alessandra Chiappori, anche curatrice della selezione di letture, dialogando con uno scrittore che ha avuto il privilegio di conoscere Italo e riceverne la stima, Giuseppe Conte.

Si prosegue sabato 5 settembre, alle ore 21.30, a Villa Ormond con l’omaggio a Manuel Vázquez Montalbán e al detective Pepe Carvalho: al suo mondo fatto di casi polizieschi sui generis ed esperienze culinarie non meno affascinanti, è dedicata “Racconti neri e altre storie di Pepe Carvalho”, una serata di chiacchiere, emozioni e letture, portate al pubblico con la complicità di Fabio Troiano. Sul palco anche le incursioni musicali del contrabbassista Roberto Bonazinga, e gli approfondimenti condotti dal giornalista Marco Vallarino che dialogherà con Antonella Viale, giornalista e scrittrice, Hado Lyria, traduttrice in Italia della gran parte delle opere di Vázquez Montalbán, e Andrea Cappi, poliedrico scrittore e curatore.

Domenica 6 settembre alle 21.30, sempre a Villa Ormond, il festival si chiude con il monologo teatrale “Porto a porto – Ricognizione SottoMarina di un paese sbilenco”.