zazzarazzaz

Il direttore artistico Freddy Colt ha annunciato la XXII annata del Festival della canzone jazzata “Zazzarazzaz”, fondato nel 1997 e da sempre organizzato dal Centro Studi Stan Kenton con l’apporto dell’Assessorato al Turismo della Città di Sanremo. Un’edizione articolata in due serate-concerto ed un evento collaterale, il tutto nella lussureggiante cornice del parco di Villa Ormond.

Zazzarazzaz 2021 sarà dedicata a Fred Bongusto, l’ultimo “Re del Night” e raffinato cantore confidenziale, che spesso ha privilegiato sonorità jazzate nelle sue produzioni discografiche. Il cantante molisano sarà ricordato in musica durante le due serate attraverso tributi da parte degli artisti in programma. Nella serata d’apertura, giovedì 19 agosto, con inizio alle ore 21.30, tornerà l’Orchestra Stabile dello Swing, formazione di 10 elementi protagonista della scorsa edizione, questa volta con due nuovi ospiti: il trombettista jazz Felice Reggio, astigiano, valente solista e arrangiatore, e il cantante Matteo Ferrari, trentino, giovane e già apprezzato interprete di musical e del repertorio di swing italiano tra le guerre. La serata sarà dedicata ai pionieri del jazz italiano, riscoprendo musiche di Pippo Barzizza, Francesco Ferrari, Piero Pizzigoni, Lelio Luttazzi, Angelo Giacomazzi e il sanremese Domenico Carcassola, insieme a successi vocali di Natalino Otto, Alberto Rabagliati ed Ernesto Bonino. L’omaggio musicale a Bongusto è firmato dal maestro Antonello Capuano, giovane arrangiatore conterraneo di Fred.

La seconda serata, venerdì 20, vedrà protagonista un’affermata band torinese che da anni si dedica a rivisitazioni di jazz tradizionale: i Bandakadabra, per la prima volta a Zazzarazzaz, porteranno la loro ineguagliabile energia e scatenata fantasia con lo spettacolo “Ok, Boomer”. Rivisitazioni di repertorio pop internazionale e italiano in salsa “New Orleans” grazie all’ospite Mr. T-Bone, volto celebre della scena ska e reggae italiana, si sposano con omaggi alle canzoni di Luttazzi, Mina e, ovviamente, Fred Bongusto.

I concerti saranno condotti da Alex Cosentino, animatore del jazz club “Moscabianca” di Ventimiglia.

A conclusione di questa edizione si terrà venerdì 27 agosto una sorta di caffè letterario, ospitato presso il Floriseum Museo del Fiore di Villa Ormond, per la presentazione in prima nazionale del libro “L’astro di Pippo Barzizza” scritto dal direttore artistico Freddy Colt ed edito dalle prestigiose edizioni Carocci di Roma. All’incontro, introdotto dall’assessore alla cultura Silvana Ormea, interverranno diversi esperti: Roberto Berlini, curatore della discografia di Barzizza, il musicista savonese Paolo Piccardo e, in qualità di ospite d’onore, il cantante e compositore Franco Fasano, autore di celebri canzoni e storico allievo di Pippo. Gli interventi musicali sono affidati nuovamente all’Orchestra Stabile dello Swing, mentre a condurre la serata sarà il musicista e critico musicale napoletano Andrea Parente.

La rassegna è realizzata in collaborazione con la Fondazione Villa Ormond e il patrocinio di Regione Liguria, Fondazione Lelio Luttazzi e Sultanato dello Swing. Le serate, come gli scorsi anni, saranno trasmesse in differita sulle onde di Radio Il Discobolo (www.ildiscobolo.net).

L’accesso agli spettacoli è gratuito, tuttavia è richiesta la prenotazione e l’adeguamento alla normativa vigente per l’ingresso ai luoghi di spettacolo. Le prenotazioni sono aperte da ieri sulla piattaforma www.sanremo2021.eventbrite.it.

Per informazioni: email sanremo@nidodiragno.it oppure WhatsApp Coop. CMC +39 393 8753637 (lun-ven 9.30-12.30/15.30-18.30).

Articolo precedenteElezioni a Civezza, scade il terzo mandato e il sindaco candida sua sorella gemella
Articolo successivoProsegue con successo il 58° Cervo Festival: ecco il programma sino alla chiusura del 27 agosto