L’hotel Nazionale di Sanremo accoglie la seconda edizione del “Masters of Olive Oil”, una competizione internazionale per produttori di olio d’oliva da tutto il mondo. Aldo Mazzini, ideatore della manifestazione, è il coordinatore di un pannello di giudici, provenienti da quattro continenti, con il compito di decretare l’olio vincitore.

Questa seconda edizione mostra segni di crescita, in termini di nazioni e produttori partecipanti, con ottanta campioni da undici Paesi.

“La nostra mission”, dichiara Mazzini, “E’ quella di far conoscere l’olio, farlo apprezzare nelle sue qualità organolettiche e non solo, anche nelle sue qualità salutistiche. Vogliamo assolutamente incrementare la conoscenza del prodotto da parte dei consumatori, in modo che il prodotto venga riconosciuto come ‘premium’, e non come ‘commodity'”.

Una delle giudici presenti è la ricercatrice turca Muge Nebioglu, la quale afferma: “E’ molto importante, in termini competitivi, trovare olio molto buono sul mercato, che abbia ottenuto l’etichetta d’oro o d’argento, in modo da facilitare il consumatore nelle sue scelte”.

Il produttore, nonché affermato assaggiatore israeliano, Eran Galili, è fiducioso: “Confidiamo in buoni risultati per tutti gli oli d’oliva, e per ora tutto va bene”.