Sta lavorando senza sosta l’Amministrazione del Comune di Sanremo per trovare al più presto una soluzione idonea per i quasi 700 ragazzi che a settembre non potranno rientrare alla Scuola Pascoli di Corso Cavallotti.

Ieri infatti il Plesso è stato dichiarato inagibile a causa delle sue precarie condizioni strutturali e delle sotto il profilo della sicurezza sismica. A settembre la scuola non riaprirà e a circa due mesi dall’inizio delle lezioni, si cerca una soluzione.

“La scuola deve essere il luogo più sicuro – commenta l’assessore ai lavori pubblici Massimo Donzella – Viste le relazioni, abbiamo ritenuto che, per la sicurezza degli alunni, fosse indispensabile procedere alla chiusura. Stiamo cercando una serie di soluzioni per trovare una collocazione idonea per iniziare l’anno scolastico che sia compatibile con le esigenze dei ragazzi e delle famiglie”.

Due le principali ipotesi che si stanno facendo strada: il Mercato dei fiori in Valle Armea per gli studenti delle superiori e la vicina Villa Zirio per i ragazzi delle medie. “C’è stato un primo sopralluogo a Villa Zirio e si ritiene che potrebbe accogliere tutte le classi delle medie – spiega Donzella – Per il Mercato dei fiori, viste le strutture sportive che sono presenti, potrebbe anche essere una soluzione che favorisce non solo una linea didattica ma anche lo sport”.

Ieri il Sindaco Alberto Biancheri e il Presidente del Consiglio Alessandro Il Grande hanno incontrato i Capigruppo di maggioranza e di minoranza proprio per lavorare insieme alla ricerca della soluzione migliore, in condivisione con i dirigenti scolastici.

L’intervista all’assessore Massimo Donzella.