È stato inaugurato nella Palazzina Prediali di Villa Ormond alla presenza del Vescovo, Monsignor Antonio Suetta, il ‘Presepe dei Fiori’.

Nato da un’idea di Ermanno Moro per dimostrare che a Sanremo, già durante il periodo natalizio, era possibile godere delle prime fioriture, è stato donato al Comune dalla famiglia Moro assieme a tutto il materiale con il quale è stato allestito il Museo del Fiore,” spiega Barbara Biale, assessore al verde Pubblico della Città dei Fiori.

L’amministrazione e la neonata associazione “Amici di Villa Ormond” hanno deciso di recuperare questa bella tradizione proponendo, sino a gennaio, il “Presepe dei Fiori” con le statuine originali di Moro e i fiori locali.

“Un’inaugurazione dal significato importante,” commenta il Vesco della diocesi Ventimiglia-Sanremo, Mons. Suetta.

“Puntualmente in questo periodo dell’anno – continua – viene messa in discussione l’importanza di questo simbolo, ma sono almeno due le ragioni perché il suo significato è così importante: il presepe rappresenta qualcosa di rilevante anche per chi non è credente. È una delle chiavi con le quali leggere la nostra storia e le nostre tradizioni. In secondo luogo è un simbolo profondo di umanità e di speranza.”