Rapina e tentata estorsione nei confronti di un ventisettenne a Sanremo. “Se chiami qualcuno ti ammazzo”. Queste sono le parole che un uomo di origini marocchine di 30 anni ha pronunciato al sanremese.

Il tutto è avvenuto in pieno centro nei pressi del McDonald’s: il rapinatore, coprendosi il volto con una sciarpa, ha strappato dal collo del malcapitato una collana di oro giallo, e, dopo averlo minacciato di morte con un coltello nel caso in cui avesse chiesto aiuto, si è allontanato insieme ad un complice rimasto in disparte.

Il complice è poi tornato su i suoi passi ed ha avvicinato nuovamente il rapinato, intimandogli che, se avesse voluto indietro la sua collana, avrebbe dovuto pagare una somma imprecisata di denaro. Invece che sottostare all’estorsione, l’uomo ha fatto allontanare dicendo di non avere soldi con sé e successivamente ha chiesto l’intervento della Polizia di Stato.

L’attività immediatamente svolta dai poliziotti ha consentito di riconoscere il rapinatore, già noto alle Forze dell’Ordine per precedenti specifici. Sono in corso ulteriori accertamenti per l’identificazione del complice.

Cristallizzata la dinamica e acquisiti tutti gli elementi, gli investigatori del Commissariato P.S. di Sanremo hanno interpellato la competente Autorità Giudiziaria che ravvisando gli estremi della rapina e della tentata estorsione, unitamente al curriculum criminale dell’autore dei fatti, ne ha disposto la misura cautelare in carcere in attesa di giudizio.