video
03:35

È stato presentato questa mattina a Palazzo Bellevue un progetto redatto dall’assessorato al Demanio Marittimo e da un pool di professionisti che riguarda una serie di interventi per la protezione e l’ampliamento del litorale sanremese, esclusivamente sulle spiagge libere e libere-attrezzate ma anche i pochi tratti attualmente non balneabili.

Il ‘masterplan’ che punta ai finanziamenti del Pnrr ha un costo complessivo stimato in 80 milioni così suddivisi: 56 milioni (che rappresentano il 70% dell’intero progetto) per opere sulle spiagge, attrezzature, servizi e strutture di difesa; 8 milioni (pari al 10%) in opere per la messa in sicurezza idraulica dei rii; 8 milioni per opere subacquee di ripopolamento marino; 8 milioni per parcheggi a servizio delle spiagge.

Per quel che riguarda la difesa del territorio, l’intervento consentirebbe di giocare d’anticipo sullo scenario futuro di innalzamento delle acque marine causato dall’aumento globale delle temperature.

Dal punto di vista economico e turistico, il progetto consentirebbe di aumentare da 4500 a 5200 metri lineari il litorale balneabile su un totale di circa 12km di pertinenza del comune di Sanremo e soprattutto amplierebbe la metratura della superficie totale delle spiagge dagli attuali 130mila a quasi 200mila metri quadri, risolvendo una problematica emersa proprio la scorsa estate quando il boom di turisti in città aveva causato grosse difficoltà a trovare un posto in spiaggia dove stendere asciugamani e godersi una giornata al mare, oltre alla ‘mission impossible’ nella ricerca di un parcheggio.

Gli interventi riguarderanno, da ponente a levante, la spiaggia di Capo Pino al confine con Ospedaletti, la spiaggia Italo Calvino davanti alla vecchia stazione ferroviaria, la spiaggia di San Martino, la spiaggia Banchette, località Tre Ponti, località Capo Verde, spiaggia Bussana e spiaggia dell’Annunziata.

Hanno presentato e parlato del progetto il sindaco Alberto Biancheri, l’assessore competente Mauro Menozzi e l’architetto Luca Emanueli che ricoprì un incarico a termine nella prima amministrazione Biancheri per redigere il Puc.

Nel video servizio di Riviera Time le dichiarazioni di Alberto Biancheri, Mauro Menozzi e Luca Emanueli.