primo piano - di baldassare + vox populi zona arancione sanremo ok

In cinque giorni la Liguria è passata da zona gialla ad arancione. Una situazione che a detta di molti sta creando confusione. Se è condivisa la necessità di contenere il virus, altrettanto condivisa è la richiesta di avere indicazioni e disposizioni che possano permettere di programmare il lavoro.

Da domani bar e ristoranti rimarranno chiusi e potranno lavorare solo con l’asporto o le consegne a domicilio. Ne parliamo con Andrea Di Baldassare, presidente cittadino di Confcommercio Sanremo.

“In 15 giorni abbiamo visto il governo cambiare idea tre volte. Le aziende non possono organizzarsi nel quotidiano, ma hanno bisogno di tempo. Abbiamo svuotato i frigoriferi, per poi riempirli di nuovo, e svuotarli di nuovo oggi. Parliamo di beni per migliaia di euro. Tutto questo è frutto di una confusione e non conoscenza del nostro settore,” commenta.

“Se si vuole chiudere che si chiuda. Capiamo il momento ma il governo deve essere chiaro ed esserci vicino,” aggiunge.

Nella drammaticità del momento e nelle difficoltà di molti imprenditori e lavoratori, arriva però la conferma che i primi ristori promessi dal governo stanno arrivando. “Diversi nostri associati mi hanno informato che sono arrivati da oggi alcuni aiuti. Un segnale positivo,” spiega Baldassare

A preoccupare è, però, soprattutto il senso di incertezza nei confronti del futuro. Difficile pensare di poter investire o aprire nuove attività. Un impoverimento generale del tessuto economico e commerciale che avrà conseguenze anche nel 2021, se non oltre.

“L’imprenditore medio ha una visione e un progetto a lungo termine. Il problema non è tanto ora quando ci chiudono, ma quando ci riapriranno. Dobbiamo ragionare sul nostro territorio fatto di eccellenze, piccole attività, botteghe familiari che creano il fascino per cui Sanremo è conosciuta. Stiamo rischiando di perdere la nostra identità con l’arrivo di grandi catene,” conclude Baldassare.

In questa giornata pre chiusura, da domani infatti scatteranno le nuove misure, abbiamo fatto un giro tra i bar del centro di Sanremo per raccogliere alcune testimonianze. Le interviste a Di Baldassare e ad alcuni gestori sanremesi sono visibili nel video servizio a inizio articolo.