polizia

Grazie agli equipaggi di rinforzo, giunti nella città matuziana ormai da due settimane, fortemente voluti dal Questore di Imperia, dr. Cesare Capocasa, è stato possibile, nella giornata di ieri, rintracciare due pluripregiudicati italiani ricercati perché autori, in due diverse circostanze, di reati predatori.

Nel pomeriggio di ieri, tramite il 112 NUE, è stato richiesto l’intervento di un equipaggio della Squadra Volante in quanto era stata perpetrata una rapina ai danni di un supermercato, nei pressi del porto vecchio.

I richiedenti hanno fornito una descrizione dettagliata dell’autore del reato che aveva approfittato di un momento di ressa alla cassa per appropriarsi di tutto il denaro custodito all’interno. Sia la cassiera che gli altri dipendenti avevano cercato di bloccare l’autore del reato, ma questi aveva reagito con violenza nei loro confronti per poi darsi alla fuga.

Dopo aver acquisito ulteriori elementi investigativi e necessari alla ricerca dell’uomo, tutte le pattuglie presenti sul territorio hanno effettuato controlli nelle vie limitrofe al luogo del reato e nelle zone subito adiacenti, fino ad intercettare l’uomo mentre, con apparente indifferenza, percorreva Corso Mombello, fingendo di guardare le vetrine.

L’uomo è stato senza ombra di dubbio riconosciuto da un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine Liguria come quello descritto dalla cassiera del supermercato, anche per il suo modo di vestire ed in quanto già noto per altri episodi simili.

Gli agenti hanno arrestato l’uomo per rapina impropria e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del processo per rito direttissimo.

Subito dopo gli agenti del Commissariato di Sanremo hanno eseguito una misura cautelare in carcere a carico di in noto pluripregiudicato della zona, peraltro sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata al momento del compimento del reato.

L’uomo, lo scorso 16 febbraio, si aggirava per le vie della città in quanto beneficiario di un permesso premio e, approfittando della libertà concessagli, aveva preso di mira due anziane donne che da lì a breve sarebbero diventate le sue vittime.

L’uomo, autore di diversi reati contro il patrimonio, ha indirizzato la sua azione criminosa verso una delle due donne strappandole la borsetta con veemenza, tanto da scaraventarla al suolo procurandole lesioni serie ed una prognosi di trenta giorni.

Data l’età delle anziane donne e lo spavento arrecato la storia, avrebbe potuto avere un triste epilogo che, per mera fortuna, si è concluso con l’intervento di ambulanza e il ricovero in ospedale per le lesioni subite. Nella circostanza l’uomo si è dato a precipitosa fuga e ha fatto perdere le sue tracce.

Gli agenti della Sezione Investigativa del Commissariato di Sanremo hanno subito dato il via alle indagini, ricostruendo, passo dopo passo, l’iter criminoso del reo.

Il complesso quadro indiziario così ricostruito si è mostrato utile alla identificazione del colpevole a carico del quale il GIP di Imperia, tenuto conto che lo stesso, già in passato, si era reso responsabile di analogo episodio criminoso, ha disposto la custodia cautelare in carcere.

 

Articolo precedenteScajola mira alla presidenza della Provincia? “Non ci ho ancora pensato”, ma sottotraccia qualcosa si muove
Articolo successivoDolcedo, incremento ingiustificato della spazzatura: l’Amministrazione intensifica i controlli