Un messaggio importante per tutelare il futuro del pianeta arriva dalla città che in questi giorni è sotto i riflettori nazionali ed internazionali per il Festival della Canzone Italiana. Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri si è unito a “Clima Comune”, la rete di oltre 70 sindaci italiani che si sono ufficialmente mobilitati per fermare i cambiamenti climatici, sostenendo l’iniziativa dei Cittadini Europei StopGlobalWarming.eu per l’istituzione di una carbon tax europea. 

StopGlobalWarming.eu è un’iniziativa dei Cittadini Europei, ovvero uno strumento di partecipazione diretta alla politica dell’Unione Europea, prevista dai Trattati sull’Unione Europea, che propone di istituire una tassa su tutte le emissioni di CO2, in modo da spostare il carico fiscale dal lavoro alle fonti di inquinamento, salvando quindi clima e occupazione. Al raggiungimento di 1 milione di firme entro il 22 luglio 2021, la Commissione Europea sarà obbligata a discutere la proposta, già validata da 27 premi Nobel e migliaia di scienziati. 

Il sindaco Biancheri ha ricevuto una delegazione di StopGlobalWarming.eu, presieduta dal suo promotore Marco Cappato, nonché fondatore di Eumans, movimento dei cittadini europei che mira a raggiungere gli obiettivi ONU sullo sviluppo sostenibile attraverso gli strumenti della democrazia partecipativa.

Presente anche Laura Castellano, biologa dell’Acquario di Genova, che nei giorni scorsi ha aderito alla campagna, con una partnership volta a sensibilizzare i cittadini italiani ed europei sulle conseguenze del riscaldamento globale per la vita sulla terra e nei mari. 

Al momento sono oltre 51.000 le adesioni raccolte dalla campagna, tra cui quelle di tantissime personalità del mondo della scienza, della cultura e dello spettacolo.

In primis Fedez, Arisa e Andrea Delogu, in questi giorni protagonisti del Festival.

È una cosa importantissima. Bisogna arrivare a 1 milione di firme, così la proposta andrà in Europa”, aveva detto Andrea Delogu. “Firmate per fare parte di un qualcosa che potrebbe essere storico”, le parole di Fedez nell’invito a firmare. 

Accanto a loro anche Oliviero Toscani, G. Salvatores, B. Antonacci, G. Muccino, Pif, M. Maionchi, G. Covatta, E. Bennato, N. Zilli, N. Marcorè, G. Covatta, S. Cammariere, C. Gerini, R. Ciufoli, C. Crescentini, N. Vaporidis, Elisa Toffoli, G. Innocenzi, C. Capotondi. Ma anche esponenti del mondo istituzionale, come commissari europei ed ex presidente dell’Assemblea Onu, e del comitato di EarthDay (gli organizzatori della Giornata Mondiale della Terra).

Siamo grati al Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri per aver accettato di trasmettere idealmente al Festival il messaggio di oltre 70 Sindaci italiani, che chiedono misure concrete per non essere travolti da un’altra crisi: quella dei cambiamenti climatici”, ha dichiarato Marco Cappato, promotore di StopGlobalWarming.eu, “Sanremo e il Festival sono il luogo e il momento giusto per affrontare anche questioni così importanti, perché il linguaggio della musica supera le divisioni ideologiche e aiuta a comprendere ciò che succede attorno a noi. Spero che possa così giungere ai cittadini italiani ed europei il messaggio dell’importanza di firmare sul sito www.stopglobalwarming.eu l’iniziativa dei cittadini europei, come dal Festival hanno già fatto Arisa, Fedez e Andrea Delogu”.

Il sindaco Alberto Biancheri così interviene: “La Città di Sanremo aderisce con piacere e convinzione a quest’iniziativa. Con l’assessore all’ambiente Lucia Artusi lavoriamo per sensibilizzare la cittadinanza al rispetto dell’ambiente e per incrementare sempre più il percorso di sviluppo e di miglioramento verso la sostenibilità ambientale. Ringrazio quindi il dottor Cappato per averci coinvolto e la dottoressa Castellano, biologa dell’Acquario di Genova. Sanremo, città di mare, è sensibile alla promozione della cultura marina, con particolare attenzione alla tutela dell’ambiente del mare e della costa. Ad esempio, lo scorso anno, sempre durante il Festival, abbiamo organizzato una giornata di pulizia delle spiagge cittadine insieme a Legambiente e a Piero Pelù. A quest’iniziativa hanno aderito 300 persone. Da ricordare anche che alcuni imprenditori, unitamente all’associazione ambientalista Deplasticati, hanno donato al Comune di Sanremo un Seabin, uno strumento tecnologico di ultima generazione particolarmente performante nel raccogliere materiale inquinante in acqua, che verrà posizionato all’interno del porto antico.  Sempre lo scorso anno, insieme all’Ufficio Circondariale Marittimo – Guardia Costiera di Sanremo e all’Istituto Tethys, è stata organizzata la Giornata del Mare per sensibilizzare ulteriormente la cittadinanza su questo tema. Infine, stiamo sviluppando collaborazioni con l’ambiente dello sport marino per portare l’attenzione sull’importanza del mare e del suo benessere. Insomma, abbiamo realizzato diverse iniziative e stiamo lavorando per organizzarne altre, affinché possiamo disporre di strumenti utili per percorrere una via sempre più sostenibile”.

Articolo precedenteVentimiglia, l’annuncio del sindaco Scullino: “Presto un punto vaccini per under 55”
Articolo successivoCovid, scuole: positivo uno scolaro nel distretto imperiese nelle ultime 24 ore