“Infrastrutture e Ambiente = Futuro”: questo il titolo della prima Agorà Democratica della provincia di Imperia, tenutasi ieri a Sanremo.

Molti i presenti: Alessia Rotta, deputata e presidente della VIII Commissione Parlamentare, il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri e gli assessori Donzella e Artusi, il segretario provinciale del PD Cristian Quesada con i membri della Segreteria provinciale Russo e Cammarata, il consigliere regionale Pippo Rossetti, il consigliere comunale di Genova Cristina Lodi, il movimento Friday for Future, l’aps GAS GAS (gruppo di acquisto solidale), il Comitato spontaneo Aurelia bis Oliveto e l’associazione rinascimento dall’entroterra.

“Lo sviluppo del Ponente passa necessariamente da questi temi. Siamo una delle province più martoriate dal punto di vista del dissesto idrogeologico, dove ogni anno si fanno i conti con i danni arrecati dagli eventi meteorologici.

Un altro problema emerso dagli interventi è quello delle infrastrutture. Siamo letteralmente isolati: Imperia è l’unica provincia ligure a non avere un collegamento autostradale diretto con un’altra regione e per raggiungere il proprio capoluogo di Regione i tempi sono imprevedibili e legati a diverse variabili; paghiamo l’inefficienza della rete ferroviaria ancora a binario unico tra Andora e Finale; il Colle di Nava è una strada statale lenta e non servita; la variante Armo – Cantarana è ancora un’utopia dopo 50 anni dal progetto; il Colle di Tenda è stato devastato dalla catastrofe dell’ottobre 2020 e la ferrovia che percorre quella valle è momentaneamente impraticabile; l’Aurelia bis non è ancora terminata, ma è cruciale per lo sviluppo di tutta la Provincia.

I problemi legati alla viabilità sono ancora più preoccupanti se si pensa al futuro ospedale unico, che deve essere raggiungibile da tutta la provincia in tempi compatibili con l’urgenza di cure. Nello stesso tempo preservare il territorio, con il mare e l’entroterra, è condizione imprescindibile per garantire la qualità della vita dei cittadini oltre che per essere attrattivi dal punto di vista turistico.

Per queste ragioni il connubio di infrastrutture e ambiente è fondamentale e si deve puntare al loro sviluppo sinergico mettendo in campo risorse economiche e idee innovative.

Tante sono state le proposte da parte delle associazioni e tante le istanze del territorio portate dagli amministratori locali di cui l’onorevole Rotta si è fatta carico, invocando anche la collaborazione della Regione che per competenze e conoscenza del suo territorio deve fare la propria parte.

Questa è stata la prima Agorà di una serie di incontri che verranno sviluppati sul nostro territorio”.

Articolo precedenteDanni da cinghiali, Cia Liguria lancia la petizione per cambiare la legge regionale
Articolo successivo“Aspettando il Centenario”: oggi a Imperia la lectio magistralis dell’ambasciatore Umberto Vattani