luca lombardi - federica cozza

Fratelli d’Italia Sanremo ha presentato in data 22 aprile un odg sull’ampliamento dei dehors e le concessioni di occupazione suolo pubblico. Di seguito il testo:

PREMESSO che lo scorso anno per dare un sostegno a titolari di bar, ristoranti e in generale tutti gli esercenti che fanno somministrazione sono state applicate deroghe ai regolamenti esistenti al fine di consentire l’ampliamento degli spazi esterni disponibili e garantire maggiori spazio per permettere il corretto distanziamento, conciliando così sicurezza sanitaria e sostegno alle attività;

RICORDATO che nei giorni scorsi è stata presentata la bozza del nuovo Regolamento per la realizzazione dei dehors stagionali e permanenti il quale prevede modifiche che andrebbero ad imporre ulteriori oneri e limitazioni ad un settore già fortemente penalizzato dalle misure restrittive previste dai vari DPCM per contrastare la diffusione del Covid -19;

EVIDENZIATO che tra le modifiche inserite nella bozza del nuovo regolamento compare, ad esempio, quella che prevede che la superfice massima consentita per l’installazione dei dehors passi da 60 mq a 40 mq o quella che prevede una forte riduzione delle vie in cui è consentito installare dehors chiusi o parzialmente chiusi;

CONSIDERATO che l’emergenza sanitaria e le limitazioni di capienza imposte dal Governo perdureranno anche nei prossimi mesi, le misure previste nella bozza del nuovo regolamento, essendo più restrittive rispetto a quelle attuali, non favoriranno certamente la ripartenza di tutte queste attività di ristorazione e somministrazione, anzi le metteranno ancora più in difficoltà;

VISTO che le associazioni di categoria hanno evidenziato diverse criticità nelle modifiche apportate al nuovo regolamento ed hanno avanzato la necessità di prevedere l’entrata in vigore del nuovo regolamento comunale alla fine dello stato di emergenza, ritenendo inopportuno renderlo operativo nell’immediato ;

RICORDATO, infine, che le attuali disposizioni governative riconoscono l’azzeramento del canone unico patrimoniale (che dal 2021 ha sostituito il canone di occupazione suolo e aree pubbliche) fino al 30 giugno 2021;

IMPEGNA

Il Sindaco e la Giunta

– a prorogare le concessioni di occupazione suolo pubblico in ampliamento o di nuovi spazi spazi all’aperto per le attivitĂ  di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande a titolo gratuito e senza necessitĂ  di ulteriori istanze da parte dei soggetti interessati

– a rivedere, anche accogliendo le richieste delle associazioni di categoria, le modifiche presenti nella bozza del nuovo Regolamento per la realizzazione dei dehors stagionali e permanenti, prevedendo misure meno limitative e non in conflitto con il momento pandemico e che possano essere garantite anche in momenti ordinari;

– a prevedere l’entrata in vigore del nuovo Regolamento solo alla fine dello stato di emergenza epidemiologica;

 – ad autorizzare – nel caso vengano allentate le restrizioni nazionali e vengano permesse le manifestazioni pubbliche – lo svolgimento, in sicurezza, di eventi musicali, culturali o artistici davanti ai locali senza imporre ai proprietari il pagamento dell’occupazione suolo pubblico e delle varie autorizzazioni”.

Articolo precedenteCovid, scuole: sette nuovi positivi in provincia di Imperia
Articolo successivoNon solo uno slogan: senza scuola non c’è futuro