Sanremo, nuovo piano commercio a breve in Giunta. Menozzi: "Approvazione in Consiglio entro fine anno"

In dirittura di arrivo il nuovo piano del commercio predisposto dal comune di Sanremo. Lo strumento, di cui abbiamo già parlato, prevede limiti alle nuove aperture di attività nel centro cittadino. L’obiettivo è quello di tutelare la qualità e l’offerta del commercio in quello che deve essere il salotto della città dei fiori.

Si è conclusa infatti la serie di incontri con le associazioni di categoria. Il piano passerà quindi a breve in giunta per la necessaria delibera, poi in commissione e, entro la fine dell’anno, in Consiglio comunale per l’approvazione definitiva.

“Il risultato del confronto con le associazioni è stato positivo. È stato infatti compreso che il nuovo piano è a tutela del tessuto commerciale,” spiega l’assessore alle Attività produttive, Mauro Menozzi.

L’area del centro cittadino è stata ampliata e comprende via Palazzo, via Matteotti, via Roma, corso Garibaldi, via Volta, il corrispondente lato mare e piazza Colombo. Qui sarà vietata l’apertura di attività come ad esempio punti vendita automatizzati, banche, agenzie immobiliari, supermercati che vendono alimentari, sale gioco.

“Negli anni – spiega Menozzi – abbiamo visto aprire e chiudere molti negozi, lasciando spazio a tutta una serie di attività assolutamente rispettabili ma che impoveriscono il tessuto commerciale. Nel centro dobbiamo puntare alla qualità.”

Il piano arriva in un momento significativo e difficile. L’insicurezza economica dovuta alla crisi e all’emergenza sanitaria Covid-19 rischia infatti di portare a un fenomeno che alcune associazioni di categoria hanno definito di “sciacallaggio”.

Le difficoltà economiche che dovranno essere affrontate nei prossimi mesi rischiano infatti di portare alla chiusura di negozi o locali, lasciando spazio ad attività come quelle oggetto delle limitazioni del nuovo piano del commercio. Il documento diventa quindi, in questo momento storico, uno strumento importante per salvaguardare l’offerta del centro cittadino.