Un suono vintage anima le vecchie stampe dai colori sgargianti che parlano di un’altra epoca sanremese, un silenzio avvolge le vecchie carceri di Santa Tecla oggi piene di luce.

Lo scrosciare maestoso dell’acqua tra il verde ondeggiante dei giardini che si affacciano sul mare o il gocciolare di una fontana tra stretti carugi pieni di colori.

Il suono di voci che riempiono strade crollate, tenute assieme dal fascino di una Bussana caduta, ma non distrutta.

Ognuno di questi suoni è il suono di Sanremo. La sua musica unica che scandisce la cultura.

Informazione pubblicitaria

Articolo precedenteSanremo: l’impegno di Popoli in Arte nella solidarietà e nella formazione di chi è più fragile
Articolo successivoCovid: 153 nuovi positivi in Liguria, due decessi