Continua in maniera serrata l’attività di contrasto alla criminalità predatoria condotta dai Carabinieri della Compagnia di Sanremo.

Nella giornata di ieri è scattata l’operazione “Alto Impatto”, coordinata dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Imperia, finalizzata al contrasto del fenomeno nel territorio dell’intera Provincia attraverso l’intensificazione dei servizi di vigilanza delle aree rurali ed il controllo del territorio e delle zone sensibili.

In tale circostanza, i Carabinieri della Stazione di Sanremo hanno tratto in arresto tre uomini di origine tunisina, dimoranti nel comune di Taggia, colti in flagranza mentre trasportavano a bordo di una  Citroen Evasion con targa francese, circa 300 kg di fronde di leccio, recise poco prima nel parco demaniale di Verezzo – località “San Pietro Para’”. I tre uomini, che non hanno fornito alcuna giustificazione convincente atteso che in quella zona è vietata la potatura di qualsiasi forma di verde, con tanto di cartelli di divieto, dopo una notte ai domiciliari sono stati giudicati con rito direttissimo e rimessi in libertà con termini a difesa.

Contestualmente, nell’ambito del medesimo servizio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione un tunisino classe 82, pregiudicato, che a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di un cellulare risultato essere stato rubato ad un sanremese il 19 luglio e deferito per furto aggravato un altro uomo di origini rumene classe 71, resosi responsabile di tentato furto aggravato di generi alimentari presso il Carrefour di Corso Garibaldi. In entrambi i casi la refurtiva è stata restituita all’avente diritto. I controlli continueranno anche nella giornata odierna.