Ancora un arresto nel centro storico sanremese eseguito ieri dalla Polizia di Stato, nell’ambito dei servizi finalizzati a monitorare l’attività degli stranieri dediti alla commissione di reati e a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso di diverse attività investigative è risultato che F.A., nato il 1981, cittadino marocchino, già noto alle Forze dell’Odine per vari reati (contro il patrimonio, la persona, stupefacenti), già sottoposto, dal GIP di Imperia, alla misura degli arresti domiciliari in Via Riccobono, nella “Pigna” di Sanremo, nonostante le rigide prescrizioni imposte a suo carico, aveva continuato a svolgere attività illecite e ricevere in casa pregiudicati. Nei giorni scorsi addirittura, uno dei suoi acquirenti, un cittadino straniero, recatosi nella abitazione di F.A. per acquistare stupefacente (cocaina), era stato coinvolto dallo stesso in un violento alterco, conclusosi con delle gravi lesioni a carico dell’acquirente (che riportava una ferita al volto).

Le perquisizioni ed i controlli eseguiti dagli agenti del Commissariato P.S. di Sanremo, hanno consentito di appurare la presenza costante, presso l’abitazione di F.A., di persone pregiudicate e senza fissa dimora. La successiva segnalazione alla Procura di Imperia è stata immediatamente recepita dall’Autorità Giudiziaria, tenuto conto che lo straniero era agli arresti domiciliari per una vicenda analoga, essendo accusato di violenza, minacce e violazione della normativa sugli stupefacenti commessi proprio nella sua abitazione.

Il GIP di Imperia, pertanto, ha disposto il ripristino urgente della custodia cautela in carcere, prontamente eseguita dalla Squadra di PG e dalla Squadra Volante del Commissariato.