Sanremo, la 'Piazzetta dei Diritti' della CGIL compie un anno

Si è svolto alle ore 12.00 di oggi presso la Sede di Via Pallavicino l’incontro per festeggiare il primo compleanno della nuova sede di Sanremo della CGIL. Un’occasione per fare il punto del lavoro svolto sin qui e raccontare le prossime iniziative in programma.

“Avevamo detto da subito, al momento dell’inaugurazione, che il nostro progetto era quello di avere una sede di Camera del lavoro, un presidio politico, integrato nella città; capace di dare risposte ai bisogni Lavoratori e Pensionati ma anche punto di incontro e di discussione per la città di Sanremo,” commenta un entusiasta Fulvio Fellegara, segretario generale provinciale della CGIL.

Questi i numeri che dopo un anno di lavoro la CGIL ha il piacere di condividere: “6499 le pratiche svolte dal 4 ottobre 2018 al 30 settembre di quest’anno; 6499 pratiche di tutela individuale, dalle vertenze alle richieste di pensione, di disoccupazione o di dichiarazione dei redditi; tutte certificate, che corrispondono ciascuna ad un codice fiscale. Ma non tutte le persone che entrano in Cgil aprono una pratica, molte chiedono semplici informazioni e non vengono quindi registrate; ci sono poi le attività dei presidi politici; l’ufficio Spi, aperto tutti i giorni, la presenza della Filcams, categoria del Commercio Turismo e Servizi , la più grande a Sanremo; al martedì pomeriggio l’Ufficio Scuola, il venerdì il presidio della Fillea, categoria dei Lavoratori edili.”

A questo si aggiungono le due presenze della Federconsumatori e del Sunia (l’ufficio per gli inquilini); la costante presenza dell’Anpi e la recente apertura dello Sportello Arcobaleno, sportello di ascolto anti discriminazione e bullismo e a sostegno del mondo LGTB+.

“In buona sostanza considerando tutte queste attività l’afflusso nei nostri uffici ha superato le 11.000 unità quest’anno. Circa mille persone al mese che dimostrano quanto ancora ci sia bisogno del Sindacato in generale e della CGIL sul territorio,” commenta Fellegara

Non solo: la Piazzetta dei Diritti si è arricchita in questi mesi degli incontri al Venerdì pomeriggio organizzati dallo Spi; “4 chiacchiere” per presentare libri, iniziative, discutere od approfondire. E la rassegna “Storia e Storie” a cavallo tra Piazzetta e Federazione operaia che ha proposto tanti momenti di cultura ed approfondimento. Due modi per rallentare, discutere ed approfondire che hanno avuto una grande partecipazione.

“Per questo non ci fermiamo, nelle prossime settimane ripartiranno gli appuntamenti del Venerdì con la Spi, arricchiremo la nostra iniziativa con l’iniziativa dell’Anpi, che parlerà di Storia e continuerà a gestire la Biblioteca sociale (gratis per tutti) e la Biblioteca della Resistenza; ripartirà anche la nostra Rassegna Storia e Storie, giunta alla terza edizione. Con l’incontro di oggi  vorrei ringraziare tutte le Compagne e Compagni, le Operatrici e gli Operatori dei nostri servizi, e le Collaboratrici e i Collaboratori Volontari che ogni giorno, con abnegazione e spirito di appartenenza rendono possibile il mantenimento di un presidio di questa importanza. I numeri e le attività svolte dimostrano quanto siano importanti la continuità e la presenza sul territorio: tutto questo è possibile grazie al cuore  ed allo spirito di chi si prodiga ogni giorno per la causa dei Lavoratori e dei Pensionati,” conclude il segretario provinciale.