Sanremo: la Madonnina delle Acque Nere a protezione di tutti i fruitori del bosco

Sulle alture di Sanremo, tra San Romolo e monte Bignone, nel 1997 fu posta da un gruppo di cacciatori una piccola madonnina: la Madonna delle Acque Nere.

Dallo scorso anno è nata una tradizione che si è ripetuta ieri 1° settembre quando si è celebrata la messa e si è festeggiato insieme agli organizzatori dell’EnalCaccia San Pietro e della parrocchia di San Pietro.

Don Gerard, parroco di San Pietro, racconta: “Due anni fa Tristano Di Massimo, presidente della sezione EnalCaccia, mi ha chiesto di venire a benedire la statua della Madonna delle Acque Nere. Così ho pensato che sarebbe stato bello fare una messa di ringraziamento, oltre alla benedizione. Chiediamo alla madonna di proteggere tutti coloro che vengono nel bosco. In questo modo è nata la tradizione.”

All’ingresso del sentiero che porta al luogo della statua c’è una vasca detta delle “acque nere” perché situata nel punto tradizionalmente chiamato da cacciatori e fungaioli “la curva delle acque nere”. Da qui il nome dato alla madonnina.

“Un momento bello e suggestivo che mi riporta a quando ero missionario in Africa dove quasi sempre la messa era celebrata sotto gli alberi. Qui, in mezzo al bosco, mi sento di essere in una magnifica basilica che si chiama natura,” conclude Don Gerard.

Nel video-servizio di Riviera Time le immagini suggestive della giornata di ieri e l’intervista al parroco di San Pietro.