In un gioco di scoperta, Archimania ospita la prima personale sanremese di Vera Portatadino (1984).

L’esposizione, concepita come un’avventura alla scoperta di un nuovo mondo, è stata pensata appositamente per gli spazi dello studio/galleria sanremese, in modo tale che il visitatore si senta proiettato in una dimensione diversa.

ORIZZONTI COSMICI è un’esposizione/narrazione di un nuovo mondo. Entrare da Archimania, da sabato 30 marzo, sarĂ  come appartenere ad una dimensione naturale e selvaggia.

Da pseudo brodi primordiali ad arcobaleni africani, il percorso di Vera Portatadino permette al visitatore di immergersi nelle domande esistenziali sul tempo della vita.

“Attraverso la metafora della vita, le opere di Vera raccontano di una riflessione esistenziale, estremamente poetica di un tempo del prima e di un tempo del dopo. Il presente e il futuro sono mischiati nella sospensione di un istante, che, ogni qualvolta, appare come un atto primordiale dove scrutare, almeno per un momento, la felicitĂ .” scrive Federica Flore, curatrice della mostra.

Vera Portatadino nasce a Varese nel 1984, si laurea in Arti Visive presso il Naba di Milano per poi specializzarsi a Londra al Chelsea College of Art and Design. Partecipa a numerose residenze e workshop. Menzionata in diversi Premi, nel 2018 è stata invitata all’importante Premio di Lissone.

Tra le sue ultime mostre, si ricordano “Getta in numeri tra le stelle” a Varese (2017); “Supersimmetry” a Cologne (2018).

Articolo precedenteOrmea a Riviera Time: “Luci e ombre in questi cinque anni di Amministrazione Biancheri”
Articolo successivoSanremo, relazione della Polizia Municipale e intervento del sindaco sulla rimozione del manifesto di Angela Marano