I Carabinieri di Sanremo, nell’ambito del controllo territoriale, hanno effettuato tre arresti in un giorno. Un dato che potrebbe non essere singolare, se fosse calato nel contesto di un’operazione su vasta scala.

In realtà si tratta di tre situazioni diverse, tre momenti distinti, ma un comune denominatore: il controllo del territorio, che i militari della Compagnia matuziana, in sinergia con l’intero Comando provinciale, hanno eseguito nel corso delle festività pasquali, amplificando i servizi di pattuglia e perlustrazione sia nelle aree più frequentate che nelle frazioni.

Il primo episodio risale alla notte tra lunedì e martedì quando M.C., quarantaquattrenne italiano, viene intercettato in Via Roma mentre, in stato di alterazione, stava insultando ed infastidendo – senza un plausibile motivo – alcuni passanti; all’arrivo dei militari, anziché interrompersi, ha aggredito i Carabinieri. I militari sono riusciti a immobilizzarlo e arrestarlo.

Nel primo pomeriggio, i militari del Nucleo operativo di Sanremo scorgono B.B., 29enne di origini tunisine, all’esterno della propria abitazione, dove invece doveva trovarsi in quanto sottoposto agli arresti domiciliari: da qui il controllo più approfondito, che ha consentito di trovare anche 9 grammi di presunto hashish.

Alle 18 dello stesso pomeriggio i Carabinieri del Nucleo operativo trovano M.M., 27enne di origini tunisine, in giro per la città. Anche lui era costretto al regime degli arresti domiciliari e dovrà rispondere del reato di evasione.
I tre saranno sottoposti, nella mattinata, a rito direttissimo.